I bambini non hanno bisogno di genitori costretti insieme, ma di genitori felici.

Quando una relazione non funziona più, è meglio che i bambini abbiano genitori separati, che stanno bene e non genitori in "guerra". Questi sono i motivi.

La separazione non è mai facile, sia per la coppia stessa, sia per la famiglia circostante, sia per i figli. Purtroppo il divorzio non è colpa dei bambini e loro capiscono molto di più di ciò che noi crediamo. E’ vero che la separazione di mamma e papà porta sofferenza, ma i più piccoli si rendono conto quando a casa le cose non sono più come prima, quando le cose non vanno.

Lo stare insieme forzati, comporta pianti ed urla della mamma, nervosismo, malessere, tutti cose che di conseguenza, vanno poi a fare danno ai bambini, influenzandoli.

La separazione va affrontata e va vissuta da persone mature, proprio perché ci sono dei figli di mezzo.

Bisogna cercare di avere gli stessi pensieri, consultarsi e soprattutto accordarsi.

Il bambino in questo modo, riuscirà ad affrontare la situazione. Ci vorrà un po’ di tempo per abituarsi ai cambiamenti, ma se si ritroverà a vivere in un ambiente sereno, senza guerre, tutto andrà bene.

Il modo migliore per affrontare la cosa, è comunicare con loro e spiegare la situazione. Evitate che i bambini vedano il momento in cui uno dei due genitori prende le proprie cose e va via e evitare un addio, un saluto, ma rassicurarli che presto vi rivedrete, per non far nascere nessuna sensazione di abbandono.

Ricordatevi che quando un bambino si ritrova nel mezzo della lotta di due genitori, ciò può causargli gravi danni psicologici, perché questi litigi continuano a vivere nel suo inconscio e potrebbero farlo sentire responsabile.

Diversi studi hanno rivelato che bambini che vivono nell’odio tra mamma e papà, durante la crescita, sviluppano depressione, rabbia, aggressività e si alterano molto facilmente.

Se invece i bambini vedono i loro genitori felici, si sentono sereni, perché nonostante sono separati, hanno la sicurezza che tutto andrà bene.

Voi cosa pensate di questo argomento? Purtroppo una persona non si finisce mai di conoscerla e sopportare e soffrire, per un figlio, non è giusto. Ognuno ha il diritto di non subire, di non soffrire e di rifarsi una vita. La nostra serenità è la serenità dei nostri figli e mantenere un rapporto civile con l’altro genitore è il prezzo più basso, per la felicità dei nostri bambini!

Maya la bimba nata con una folta chioma: tutti sono rimasti stupiti

Vite sul filo del rasoio: Giorgia Davis

Le macchie blu sul tappeto di Jacob ricordano qualcosa a sua madre

L'incubo di Paige e del suo bambino Colton

5 abitudini che svelano chi siamo

Non la lascia sola nemmeno per un secondo

Le diagnosticano la depressione post partum: ma questa mamma aveva il cancro