I disegni dei bambini e il loro (importante) significato

Date carta e penna ai vostri bambini e lasciateli esprimersi

Home > Mamma > I disegni dei bambini e il loro (importante) significato

Carta, penna e colori, sono gli strumenti indispensabili per permettere ai bambini di utilizzare il disegno come mezzo per esprimersi e comunicare.

Non solo case, soli e alberi, i nostri figli raccontano attraverso quei apparenti scarabocchi le loro emozioni. Per interpretare quei disegni, ecco alcuni consigli da seguire per capire cosa sta passando nella testolina del vostro bambino.

Prima ancora di utilizzare la comunicazione verbale o quella gestuale, i bambini tentano di esprimersi attraverso il disegno. È proprio quel foglio di carta a mostrare i sentimenti e le emozioni del piccolo di casa, dalle gioie alle paure.

I disegni dei bambini permettono di conoscerli e capirli meglio. Ecco alcuni suggerimenti pratici che consentono di comprendere le opere dei bimbi e capire quando e se è il caso di preoccuparsi.

I disegni dei bambini e il loro (importante) significato

In che contesto è stato preparato quel disegno? Magari il bambino si è ispirato a un film o a un cartone che ha visto recentemente.

I piccoli spesso si proiettano in qualche modo in quello che disegnano, cercando un personaggio o un oggetto nel quale immedesimarsi.

Il disegno è l’espressione di un momento e non ha valore permanente, quindi se il bambino in quel momento si sente triste o arrabbiato probabilmente utilizzerà quello strumento per esprimere il cattivo umore passeggero.

Oltre ai singoli soggetti che compongono il disegno, provate ad analizzarlo nel suo insieme e lasciatevi guidare anche dal vostro istinto per avere un’impressione generale.
In generale un disegno colorato è sempre simbolo di positività e dinamismo, tuttavia se c’è prevalenza di nero o di colori scuri è opportuno prestare attenzione anche al significato dei soggetti.

 Anche se c’è qualcosa in quel disegno che vi preoccupa cercate di non criticarlo mai, i commenti negativi possono ledere la sensibilità dei vostri figli perché quella raffigurazione in qualche modo lo rappresenta.

Prima di preoccuparvi o ipotizzare qualcosa di negativo dopo l’osservazione di disegni che appaiono cupi, mettete a confronto tutte le raffigurazioni fatte nell’ultimo periodo. Se sospettate che ci sia qualcosa che può disturbare vostro figlio (se ad esempio ci sono sempre gli stessi mostri o gli stessi personaggi senza un’evoluzione) potreste prendere in considerazione l’ipotesi di rivolgervi ad uno specialista.

Date carta e penna ai vostri bambini e lasciateli esprimersi