I sintomi fisici della depressione da non sottovalutare

Occhi ben aperti!

La depressione è una malattia subdola, che si insinua nella nostre vite e che a volte nemmeno ci permette di accorgerci della sua presenza: secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità sono 150 milioni le persone che in tutto il mondo ne soffrono. Il Brasile è il paese in via di sviluppo più colpito.

La depressione è spesso una malattia asintomatica, della quale ci accorgiamo solo quando è in stadio avanzato, ma ci sono dei segnali fisici che non dobbiamo mai sottovalutare. Ecco quali sono.

1 Disturbi del sonno: se una persona ha difficoltà a dormire bene o se dorme troppo, potrebbe essere a causa della depressione.

2 Problemi di digestione: in caso di depressione la serotonina e la noradrenalina, responsabili dell’umore e del dolore, sono gravemente colpiti. I pazienti che ne soffrono può incappare in dolori gastrointestinali.

3 Mal di testa: ansia, stress, paura, negatività influiscono sul nostro stato di salute, presentandosi anche sotto forma di cefalea.

4 Tensione a livello della nuca e delle spalle: le persone depresse sono perennemente preoccupate, per questo accumulano tensioni.

5 Variazioni del peso: le persone depresse possono mangiare molto o non mangiare per niente. Per questo il cambio di peso e il cambio di appetito possono essere un segnale importante.

La sua borsa preferita le salva la vita: la storia di Jade

La sua borsa preferita le salva la vita: la storia di Jade

Lascia suo figlio, appena nato, chiuso in macchina, con un biglietto

Lascia suo figlio, appena nato, chiuso in macchina, con un biglietto

Deve andare in bagno prima dell'ecografia ma i medici non glielo consentono

Deve andare in bagno prima dell'ecografia ma i medici non glielo consentono

Mamma si addormenta allattando

Mamma si addormenta allattando

A 11 anni è rimasta incinta, quando hanno scoperto chi era il padre, nessuno ha detto più una parola

A 11 anni è rimasta incinta, quando hanno scoperto chi era il padre, nessuno ha detto più una parola

Aveva due scelte davanti a se, la sua vita contro quella della sua bambina

Aveva due scelte davanti a se, la sua vita contro quella della sua bambina

Dopo la morte di suo figlio, continua a mandargli sms, finché un giorno riceve una risposta

Dopo la morte di suo figlio, continua a mandargli sms, finché un giorno riceve una risposta