Il dialogo che ogni mamma fa con se stessa tutte le notti

Il dialogo che ogni mamma fa con se stessa tutte le notti. Scommettiamo che capita anche a te?

Ogni mamma, durante i primi mesi di vita del bambino, intraprende, ogni notte, un dialogo con se stessa. Una piccola vocina che è in ognuna di noi, ci tiene costantemente sull’attenti e ci ricorda che abbiamo un neonato a cui badare. Ma quella voce continua e continua… Che nel periodo del post-partum perdiamo un po’ noi stesse è un dato di fatto. A volte ci domandiamo anche se la prossima strada da prendere sia quella della pazzia! Tranquille è tutto normale! La causa principale di tutto ciò è la mancanza di sonno ma anche la paura e l’insicurezza hanno la loro colpa. Non ci sentiamo sicure di ciò che facciamo, abbiamo paura di sbagliare.  Ma ammettetelo, vorreste avere un registratore per registrare i pensieri assurdi che fate ogni giorno, ma soprattutto ogni notte. Anzi definiamoli meglio come dei sogni distrutti…. hahahaha

21.00 “Sono stanchissima. Anche lui è stanco, adesso si addormenta… ”
22:30 “No non può essere, ha di nuovo fame !? ”
23:30 “Dai amore mio, dormi..”
23:35 “Quant’è bello. Amo questi momenti insieme a lui. ”
23:45 “Ok ha finito. Questo dovrebbe tenerlo addormentato per almeno un paio d’ore. Se adesso riuscirò a dormire un po’, domani avrò la forza per fare qualche esercizio, per andare al supermercato e magari per fare una passeggiata insieme a lui.”
01:00 “Già!”
2:00 “M****! Mi sono addormentata mentre stavo allattando! Meno male che il bambino non è caduto. ”

02:05 “Per favore Dio, fai che il bambino dorma fino a domani.”
02:45 (si sente la tosse bambino) “Che cosa è stato?” (Aspetti per vedere se comincia a piangere, ma non lo fa). “E se sta soffocando? No, non sta soffocando… ”
02:46 “Oddio ho dimenticato di fargli fare il ruttino dopo l’ultima poppata. E se adesso gli risale, rigurgita durante il sonno e soffoca? Se io dormo non lo sento.”
2:47 ” No, non me lo perdonerei mai, se non lo sento e soffoca… oddio no… Dai, sono tranquilla, in fin dei conti sono sveglia, quindi lo sento…”
02:48 (Dopo aver messo il dito sotto il naso per essere sicura che sta respirando): “Oh, grazie a Dio.”
03:25 ( Si sente un gemito) “Per favore non svegliarti, per favore non svegliarti, per favore non svegliarti .”

03:28 (bambino piange) “M*****”.
03:50 “Per favore, per favore, per favore, riaddormentati!”
4:00: “E ‘così bello e così tranquillo quando dorme. Lo cullo per qualche altro minuto… ”
04:10 (finalmente ti rimetti al letto)” Sono troppo stanca. ” (Bambino piange)
04:11 (torni a cullarlo)
04:15 “Per fortuna il ciuccio… (lo guardi un’ultima volta e poi torni al letto)
04:21: (Il bambino si agita)
04:22 No non ci credo, come diavolo fa? Si accorge quando poso la testa sul cuscino e si sveglia!

04:24 (gli hai rimesso il ciuccio, si è riaddormentato…)
04:28 (il bambino piange)
04:30 “Odio quel maledetto ciuccio”.
05:00 (Ti alzi, vai da lui ma si è riaddormentato).
05:01 “Ti amo così tanto.” (Piangi un po ‘)
05:05  “Perché sto piangendo? Il bambino dorme, perché diavolo piango invece di dormire?”

05:09: (bambino piange)
05:10 “Si, è ora di mangiare, sono quasi 3 ore. Credo…”
05:11 “Perché mio marito non si sveglia e non si è alzato una volta per vedere se ho bisogno di aiuto?”
05:15 “Forse domani riesco ad andare al supermercato o a fare una passeggiata.”
05:25 (Il bambino si addormenta mentre mangia)
05:26 “E ‘così bello quando dorme. Potrei rimanere ore a guardarlo. ”
05:30 “Oddio dovevo cambiargli il pannolino. Ormai dorme, non vogli svegliarlo.
05:40 “Oddio ma se gli da fastidio il pannolino sporco? Se si irrita? Devo cambiarglielo. ”

05:45 “Sul serio, perché mio marito non si è svegliato una sola volta in tutto questo tempo?”
5:50 “Guardalo la, dorme sonni tranquilli. Spero che domani mattina non mi rivolga la parola. Oh, è già mattina e sono stata sveglia tutta la notte “.
06:00 ” Dovrei alzarmi e fare una doccia.”
07:00 (il bambino si lamenta).
07:02  (Vai nella stanza del bambino ti fa il sorriso più grande  e bello del mondo e ti dimentichi di aver dormito solo un paio d’ore) “Ciao amore mio! Hai dormito bene stanotte? Ti amo, ti amo, ti amo. ”
07:05 Penso che starò a casa oggi …

Perché non dovremmo mai stendere i panni bagnati in casa

Ricordate la bambina più bella del mondo? Ecco com'è diventata oggi

3 verità sulle donne con il "sorriso sulla pancia"

E' stato l'unico parto di sei gemmelle, guardate dopo 30 anni come sono diventate!!

L'aceto, un ingrediente che sgonfia i piedi

Stavano per far nascere il suo bambino con il cesareo ma alla fine hanno dovuto ricucirla

Credevano che la bambina fosse la loro figlia