Il principe William si inginocchia sempre per parlare con suo figlio George. Gli psicologi spiegano il motivo

Home > Mamma > Il principe William si inginocchia sempre per parlare con suo figlio George. Gli psicologi spiegano il motivo

Forse non ci avrete mai fatto caso (siamo sicure che da adesso lo farete) ma il principe William, nelle foto di famiglia, appare spesso inginocchiato accanto al suo bambino George. Gli tiene la mano e sembra sempre dirgli qualcosa e anche il piccolo, sembra ascoltare il suo papà.

Diverse persone hanno notato questa ripetuta particolarità e hanno iniziato a porsi la stessa domanda. Non poteva essere una coincidenza, ci doveva essere un motivo preciso di quella posizione ad ogni foto di famiglia!

In un articolo del giornale francese El Pais, grazie a diversi studi psicologici, hanno dato un nome a questo atteggiamento: ascolto attivo. E’ una tecnica efficace messa in pratica da un genitore per educare i propri figli e che risale al 1957. Il grande si abbassa al livello del bambino, creando un’empatica che aiuta il piccolo ad immedesimarsi e a capire il mondo dei grandi.

Grazie al contatto visivo, facciamo capire al bambino che lo stiamo realmente ascoltando e gli trasmettiamo una sensazione di sicurezza. A sua volta il bambino riesce a trasmetterci ciò che sta provando in quel momento.

Questi studi sostengono che oggi, la maggior parte dei genitori vogliono ottenere solo obbedienza dai propri figli, senza cercare di capire il perché di quel comportamento. Magari in quel momento qualcosa mette a disagio o crea fastidio al nostro bambino ma noi, l’unica cosa che cerchiamo di fare, è quella di zittirlo. Questo tipo di ascolto attivo crea il giusto rapporto genitore- figlio. Il primo non è ne troppo severo, ne troppo permissivo ma, attraverso la calma, riesce a tranquillizzare il bambino e a spiegargli le cose.

Cosa ne pensate? Qualcuno di voi ha mai provato questo tipo di approccio?