La storia del suo rapimento, ha conquistato il mondo

Home > Mamma > La storia del suo rapimento, ha conquistato il mondo

Elizabeth Smart è nata a Salt Lake City, in una famiglia con sei fratelli e sorelle, erano molto felici, fino a quando nel 2002, a soli quattordici anni è stata rapita, per nove lunghi mesi, ma grazie a quello che ha raccontato la sorella su quella notte, la svolta è arrivata e la polizia è riuscita a trovarla.

La sua famiglia, non ha smesso un secondo di sperare di poterla ritrovare viva, anche se le forze dell’ordine davano poche possibilità di vita per lei, dopo tutto quel tempo. É stata ritrovata il dodici marzo 2003, dopo che alcuni testimoni hanno avvistato i rapinatori. É stato un lungo calvario per la ragazza, che non aveva ne da bere, ne da mangiare e nemmeno qualcosa per scaldarsi. Oggi è una persona totalmente diversa, ha trent’anni, si è laureata alla Brigham Young University ed ora lavora come sostenitrice dei diritti delle vittime di rapimenti o di abusi. Solitamente tutte le persone che hanno vissuto quello ha passato lei, lasciano queste cose alle spalle, senza volerne parlare più, ma Elizabeth ha fatto della sua brutta esperienza, come una possibilità per aiutare tutte le persone che, come lei, sono state delle vittime di alcuni rapitori malati. Ha anche fondato un’associazione chiamata Elizabeth Smart Foundation, per promuovere la gente sulla consapevolezza dei rapimenti e per educare i bambini su i crimini violenti e sessuali. Si è sposata con Matthew Gilmour, uno scozzese ed hanno avuto due bambini, una femmina nata nel 2015 ed un maschio nel 2017. Lei ammette di essere tanto grata a quello che la vita le offre, anche nelle minime cose, ma soprattutto è molto felice di essere riuscita a sposarsi e di aver avuto i suoi amati figli.

Dice anche di essere fortunata, perché dopo il rapimento non ha avuto nessuna malattia, anche dopo aver mangiato gli avanzi dei loro rapitori ed aver bevuto la pioggia.

Ma nonostante questo Elizabeth vive con l’ansia di lasciar vivere la loro vita ai suoi bambini, perché deve costantemente tenerli sotto i suoi occhi e dice che ora ci riesce, ma con il passare del tempo non sarà così semplice.

Non è sorprendete come questa donna, sia stata in grado di riprendersi in mano la sua vita, dopo il lungo calvario che ha subito. Non trovate?

Io personalmente ho i brividi, dopo quello che ho letto e voi?