l’angoscia di una madre dopo aver fatto un errore molto comune

"La scorsa notte Olivia è quasi morta ed è stata colpa mia", l'angoscia di una madre dopo aver fatto un errore molto comune

Laura Lou Chambers è una donna di Nottingham, in Inghilterra, che l’8 agosto scorso ha attraversato l’angoscia più grande, l’incubo di ogni madre, che ha segnato la sua vita per sempre. Laura è la madre di 2 bambini e la sua piccola Olivia di 4 anni ha quasi perso la vita a causa sua.

Dopo che la sua bambina stava per morire soffocata a causa di una svista comune che può accadere in qualsiasi casa, ha deciso di condividere la sua terrificante esperienza sui suoi social network. Laura ha riferito nel suo post che stava pulendo la sua casa quando ha servito il panino a Oscar e Olivia “una manciata di uva e alcuni cereali secchi” per cena.

“La scorsa notte Olivia è quasi morta. Ed è stata colpa mia ”, inizia la straziante storia della madre, che accumula oltre 16.000 commenti ed è stata condivisa 73.000 volte. La madre assicurò che era solito tagliare l’uva per i suoi piccoli, ma poiché aveva molta fretta, questa volta decise che non era necessario perché riteneva che Olivia fosse già cresciuta.

“Era la prima volta da quando ho sentito parlare di quel povero ragazzo che è morto mangiando un chicco d’uva. che non la tagliavo a metà. Ho immaginato: ha quasi 5 anni, non è il tipo di bambina che ha problemi con il cibo e si strozza, e mi sono affrettata a finire di pulire la casa ”, ha scritto.

Fu così che i bambini salirono al primo piano con le loro ciotole per continuare a giocare mentre la madre finiva di pulire la stanza. Nel giro di pochi minuti l’accaduto avrebbe potuto avere una tragica e sfortunata fine. Laura racconta che a un certo punto grazie al cielo ha spento l’aspirapolvere e ha iniziato a sentire quel suono disperato della sua bambina che sta soffocando e lotta per la sua vita.

“Stavo aspirando, per fortuna l’ho spento quando ho sentito il rumore in cima alle scale. In un istante ho capito cosa stava succedendo. Corsi da lei. Non riusciva a respirare. Stava masticando un acino d’uva e gli era finito in gola, ”disse Laura nel suo post.

L’angosciata madre corse sopra e trovò sua figlia che si graffiava il collo e già con le labbra viola, mentre l’altro figlio continuava a piangere assistendo alla scena straziante. “L’ho girata e l’ho colpita il più forte possibile tra le scapole, ma niente. Mi guardava negli occhi, non riusciva a respirare affatto “, ha confessato.

Ma per fortuna, suo marito Jamie è riuscito a mitigare i suoi nervi e con un buon senso comune, ha preso la decisione giusta: ha fatto una manovra per liberare le vie aeree di Olivia. “Ha fatto volare il chicco d’uva per la stanza”, ha scritto Laura.

Una manovra che ha salvato la vita a Oli e ha lasciato la madre assolutamente devastata nel solo immaginare di poter perdere la sua bambina. “Sono rimasta lì a guardarla dormire. Ho pianto quasi tutta la notte e mi fa male il cuore guardare il suo petto dove ci sono ancora i segni delle unghie quando si stava graffiando, PER FAVORE, PER FAVORE, questo è un promemoria per tutti i genitori là fuori, la mia vita è quasi cambiata per sempre ieri sera, tutto a causa della mia disattenzione ”, ha concluso nel suo post.

Secondo l’organizzazione Stanford Children’s Health, l’ostruzione delle vie aeree è la principale causa di morte correlata a lesioni accidentali nei bambini di età inferiore a un anno. Altre avvertenze sono state recentemente diffuse su reti che potrebbero salvare la vita a bambini di età inferiore a 5 anni:

🔺NO caramelle.
🔺NESSUNA noce intera o tagliata a cubetti (solo macinate)
🔺NESSUNA uva o oliva intera.
🔺NO popcorn
🔺NON lasciateli giocare con palloncini, gonfi o sgonfi. In un secondo un pezzo di gomma può essere aspirato, crea una membrana tracheale ed è MOLTO difficile estrarlo con le solite manovre prima di soffocare.

Assicurati di condividere l’importante avvertimento di questa madre. La vita dei nostri bambini è nelle nostre mani, non è un gioco!

I medici le dissero che quello che aveva nella pancia non era possibile. Ma al momento del parto furono costretti a rimangiarsi le parole

5 imperdibili regali per la festa della mamma

Per 40 anni ha provato ad avere figli, ma il fato ha voluto che avesse una coppia di gemelli proprio adesso, alla sua sua avanzata età

Grazie mamma, per quello che fai, per quello che sei

Le macchie blu sul tappeto di Jacob ricordano qualcosa a sua madre

Se il bambino si toglie la coperta mentre dorme, cosa fare?

Il miracolo di Ruben e Theo, due gemelli che si sono amati prima di nascere