Lascia il suo bambino di 9 mesi rinchiuso

Lascia il suo bambino di 9 mesi rinchiuso in casa, per andarsene in vacanza con gli amici una settimana

Home > Mamma > Lascia il suo bambino di 9 mesi rinchiuso

È noto che l’istinto materno è quel legame affettivo che ogni donna sviluppa, in un certo senso, con il suo bambino. Si tratta di un processo naturale che la maggior parte delle mamme sperimentano una volta che hanno partorito e il suo fascino è che avviene senza l’intervento della ragione è che voglia incontrollabile di cura e ferocemente proteggere i vostri figli in qualsiasi modo possibile.

Tuttavia, non tutte le madri sono dotate dell’istinto materno. Ci sono donne che, in realtà, sono l’antitesi della maternità e portano i bambini al mondo in modo disinteressato, come se il loro unico scopo fosse quello di farli soffrire e, a volte, condannarli all’abbandono. Viktoria Kuznetsova ne è un chiaro esempio , un’adolescente russa che ha lasciato il suo bambino rinchiuso, per un’intera settimana, a spegnersi lentamente di fame e di sete, mentre lei era partita per le feste. Per questa ragazza di 17 anni il suo piccolo Egor rappresentava un ostacolo completo. Per questo motivo, non appena il marito lasciò la sua casa per svolgere il servizio militare, approfittò dell’occasione per festeggiare per un’intera settimana con i suoi amici, lasciando la povera creatura nel suo passeggino, completamente sola a casa . Egor aveva appena 9 mesi quando perse la vita, vittima della negligenza di sua madre. Proprio il giorno prima di partire, la ragazza ha scritto in uno dei suoi social network “tutto è a posto”, seguito da altri due post: “Trascorrerò del tempo con Nastya. Ho tinto i miei capelli di nero “e due giorni dopo,” Noi litighiamo, serviamo rancore con coloro che amiamo vera,mente e abbiamo paura di perdere .

“Indubbiamente, Viktoria non stava pensando a suo figlio quando lo scrisse. Ha trascorso tutti quei giorni lontano da casa in una residenza universitaria dove abitavano i suoi amici e quando gli viene chiesto dove il suo bambino, ha semplicemente risposto che lo aveva lasciato a una zia .

Questa è la casa di famiglia di Viktoria, dove il piccolo Egor fu abbandonato al suo destino fino a quando morì di fame.

Alla fine, i vicini hanno iniziato a notare che stava accadendo qualcosa di strano e hanno chiamato la polizia, ma a quel punto era troppo tardi . Quando le autorità irruppero nella casa di Viktoria, trovarono i resti di Egor nel suo passeggino.

Durante l’interrogatorio, Viktoria ha ammesso di aver lasciato il suo bambino da solo a casa perché, semplicemente, non voleva prendersi cura di lui. Successivamente, si è appreso che quando Egor aveva appena un mese di vita, l’adolescente aveva cercato di lasciarlo in un orfanotrofio, tuttavia, il piccolo leo è stato restituito due mesi fa.

Per questo terribile crimine, Viktoria è stata condannata a soli 10 anni di carcere. D’altra parte, suo marito ha reso pubblico il suo dolore e ha espresso il desiderio di divorziare il prima possibile dall’omicida di suo figlio.