Latte materno: composizione e perché è importante

Se sei una neomamma o ben presto lo diventerai, ecco perché dovresti allattare il tuo bambino.

Home > Mamma > Latte materno: composizione e perché è importante

Il latte materno è un vero e proprio alimento per il neonato, preziosissimo per la sua salute e anche per quella della mamma.

Il latte della mamma contiene naturalmente ad esempio vitamine, sali minerali, carboidrati e  proteine, e la sua  composizione cambia durante i mesi dell’allattamento in base alle diverse esigenze del bambino.

Come si produce il latte materno

Il latte materno è prodotto dalle ghiandole mammarie della mamma, grazie agli ormoni prolattina e ossitocina, che vengono stimolati dalle poppate del bambino.

Ecco perché le ostetriche consigliano di attaccare correttamente il bambino al seno, e di fare l’allattamento a richiesta.

Se si mantiene una frequenza alta delle poppate giornaliere, la mamma aumenta la produzione di latte.

Ecco che anche il tempo della poppapata deve essere gestita dal neonato e la mamma dovrebbe dunque attendere che il bambino si stacchi spontaneamente.

Per produrre il latte materno, si dovrebbe allattare anche durante la notte, ed evitare di utilizzare ciucci e tiralatte.

Cosa contiene

All’inizio il latte materno si chiama colostro e si produce nei primissimi giorni dell’allattamento. Il colostro contiene un altissima quantità di vitamine, sali minerali e proteine.

Il colostro  serve al bambino per rinforzare il suo sistema immunitario.

Dalla quarta settimana di vita del bambino, il latte materno cambia composizione e si arrcihhisce di proteine, vitamine , zuccheri,  sali minerali e altre sostanze fondamentali che serviranno alla crescita e al sano sviluppo del bambino, fisico e cognitivo.

Il latte materno contiene anche acidi grassi,  calcio e fosforo, Vitamina D, Vitamina B1, B2, Vitamina B12 e Vitamina A.

Per quanto tempo dare il latte materno al bambino

Il latte materno è l’alimento  da prediligere per il bambino, almeno per i primi sei mesi di vita, perché gli consente di proteggerlo da malattie e infezioni, anche in età adulta.

L’allattamento fa bene anche alla mamma, riduce il rischio di osteoporosi e alcune forme di tumore al seno e all’ovaio.