L’incredibile storia di Jovanna

Home > Mamma > L’incredibile storia di Jovanna

Il primo ottobre 2017, sono cambiate le vite di molte persone, perché durante il concerto Route 91 Harvest Music Festival, a Las Vegas, in Nevada, un killer ha sparato con un fucile a tutto il pubblico. Quarantotto persone furono uccise e ci furono ottocento cinquantuno feriti. Una delle vittime era Jovanna Calzadillas.

La donna è una madre di trent’anni che era al concerto insieme al marito, Francisco. Mentre tutta la folla correva, questa ragazza è stata colpita alla testa da un proiettile. Quando è arrivata l’ambulanza, l’hanno portata subito in ospedale, ma i medici hanno avvisato subito l’uomo che le sue condizioni erano molto gravi, per questo non sapevano se si sarebbe salvata. Francisco, ha dovuto iniziare ad immaginare la sua vita senza la moglie. Le cose sono peggiorate quando i dottori, gli hanno chiesto se “voleva staccare la spina”. Non riusciva a dare una risposta, così si è preso un po’ di tempo per riflettere, ma durante una notte tutto è cambiato. L’uomo ha sognato Jovanna, che gli diceva che tutto sarebbe andato bene. La mattina, quando si è svegliato, Francisco aveva deciso cosa fare. Ha detto ai medici che si rifiutava di spegnere il respiratore di sua moglie. Miracolosamente, contro ogni previsione, Jovanna è riuscita a risvegliarsi dal coma. Tutti sono rimasti sbalorditi, soprattutto i medici. In questi ultimi quattro mesi, la donna sta lottando, per riuscire a tornare a vivere la sua vita, proprio come prima. Ecco il video dell’intervista di seguito:

I miglioramenti sono molto lenti, ma Jovanna si rifiuta di arrendersi. Nonostante le sue ferite siano ancora aperte, lei riesce a parlare al mondo del brutto incubo che le è capitato e dei suoi progressi ad una vita normale.

Ha detto: “Alcuni lati di me, sono spariti dalla sera del primo ottobre. Anche se no sarò più la stessa, lotterò per essere più forte. Combatterò per i miei figli e non smetterò mai di credere in me stessa. Non permetterò a quella persona orribile di vincere e non vivremo con la paura!”

Le parole di Jovanna devono essere d’ispirazioni per altre vittime, che come lei, hanno subito molti problemi a causa di persone malate. Dobbiamo continuare a lottare per ciò che è giusto e per ciò che è sbagliato.

Condividete con i vostri amici questa storia davvero commovente!