Madre salva la vita del figlio

Home > Mamma > Madre salva la vita del figlio

Era un giorno come gli altri, per Jennifer Duncan, una madre di soli venti tre anni. Era uscita di casa per accompagnare il suo bambino all’asilo. Per arrivare però, dovevano attraversare un ponte, molto lungo. Ma ad un certo punto ha subito un piccolo incidente, nulla di grave per fortuna.

Così ha pensato di aspettare i soccorsi fuori dalla sua auto, pensando che fosse più prudente. Invece, una macchina, ha tamponato un’altra vettura e di conseguenza, con la spinta, è arrivata fino a Jennifer, che aveva in braccio il suo bambino e con il colpo, è caduta giù dal ponte. Mentre stava cadendo da un’altezza di più di dieci metri, era consapevole che sarebbe sicuramente morta. Jennifer ha pensato di fare da scudo per il suo bambino, era meglio che si faceva male lei, non il suo amato figlio. Quando sono arrivati i soccorsi, credevano che questa povera mamma fosse morta. Ma miracolosamente non è stato così, perché quando l’hanno portata in ospedale, i medici dalle radiografie, hanno visto che aveva: il bacino fratturato, le ossa della schiena rotte ed hanno anche dovuto amputarle una gamba. Nonostante questo, lei era molto felice che Daniel, suo figlio, non aveva riportato nemmeno un graffio, era sano e salvo. Jennifer ha dovuto subire quattordici interventi chirurgici, in più molti mesi in ospedale e ha dovuto fare anche tanta riabilitazione per imparare a camminare con una protesi. Non è stato molto facile per questa povera donna, ma ce l’ha fatta per miracolo.

Il suo atto eroico ha salvato il suo amato Daniel, ma oltre a questo, alcune persone hanno creato una pagina GoFoundMe per cercare di raccogliere i fondi per le cure di Jennifer.

Lo merita davvero, ora racconta: “La mia più grande preoccupazione era tenerlo al sicuro, assicurandomi che stesse andando bene. Mi ci è voluto meno di un secondo e vedendo che stavamo cadendo, ho cercato di afferrarlo il più forte possibile.”

Che madre meravigliosa, ogni donna avrebbe fatto questo per il suo bambino.