mamma e imprenditrice

Mamma e imprenditrice? Si può fare

La parola a chi ce l'ha fatta, a realizzare i sogni professionali e quelli personali

Sempre più spesso sentiamo dire che quando si diventa mamma si devono fare delle scelte. Certo, la vita cambia e la presenza di un bambino, fonte di gioia e amore condizionato, inevitabilmente sconvolge la nostra quotidianità. Ma nulla è impossibile se lo si vuole.

Questa è la storia di Alessia Forti, mamma e imprenditrice che non ha rinunciato alla famiglia, né tantomeno al lavoro.

“Dopo notti insonni, capricci e malattie capisci che nessuno ti può fermare sul lavoro”. Lo dice, in un’intervista all’Adnkronos/Labitalia la quarantenne Alessia Forte, presidente del cda di Forte Secur Group-Fsg. Forte Secur Group è tra i principali player in Italia ad occuparsi a 360 gradi della corporate security per le più importanti aziende italiane, alcune delle quali lavorano in settori strategici per l’interesse nazionale e a capo di tutto questo c’è lei, Alessia.

E sul piano personale, la sfida è conciliare lavoro e famiglia: “Innanzitutto sapersi ritagliare degli spazi personali, per se stessi, perché altrimenti rischi di non essere mai al 100% da nessuna delle due parti e far pace con se stessi perché ci sono sempre tanti sensi di colpa e bisogna sapersi perdonare qualcosa. Forse bisogna smettere di provare di essere sempre al top, capire che noi donne siamo brave e dopo la nascita dei figli ancor più multitasking e problem solving sul lavoro. Dopo che hai gestito notti insonni, capricci, malattie ed inserimenti all’asilo capisci che nessuno ti può fermare sul lavoro”.
“Dopo essermi laureata in Scienze politiche – racconta – ho fatto uno stage presso le Nazioni Unite, poi ho pensato di riversare le mie energie e la mia determinazione nell’azienda di famiglia che in quel momento era ancora di dimensioni contenute. Ero giovane e con il passare del tempo l’azienda è cresciuta, così come la mia famiglia, siamo arrivati ad essere più di 170 all’interno dell’azienda e anche la mia famiglia si è allargata con l’arrivo di mio figlio Giorgio, che oggi ha 9 anni. E, con grande onore, sono stata eletta presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria a Treviso nel triennio 2014-2017. Un’esperienza molto formativa che mi ha permesso di creare un network importante con colleghi imprenditori di tutta Italia. Oggi mi occupo della direzione commerciale e dello sviluppo strategico dell’azienda oltre ad essere presidente del cda”.

Ho imparato – ammette Alessia Forte – a dormire poche ore a notte cosa che non era nel mio dna e cerco di organizzarmi con aiuti sia sul lavoro che in famiglia. Ho una babysitter che mi supporta quando non sono a casa e dei validi collaboratori a cui delegare alcune cose quando non sono in azienda e, soprattutto, una famiglia eccezionale con cui condividiamo scelte importanti, responsabilità e sostegno sul lavoro e nella vita privata”.

“La conciliazione tra l’essere mamma ed essere imprenditrice – sostiene – è un problema che è sempre attuale e che secondo me non è soltanto per l’imprenditrice, ma anche per le donne che lavorano. Nella nostra cultura latina, o comunque italiana, c’è il fatto che alla mamma sono riservati in maniera esclusiva i compiti in casa e quindi molto del tempo va giustamente dedicato ai figli, tempo che la mamma deve imparare a ricavare. Aggiungo che, essendo cresciuta in questa cultura latina è anche bello così, mi fa piacere prendermi cura di mio figlio e passare del tempo assieme a lui. Però la questione è quella che sicuramente mancano dei servizi o delle forme di organizzazione che permettano alla mamma di lavorare serenamente e di avere il proprio figlio accudito; rispetto a molti Paesi del Nord Europa, da questo punto di vista, c’è una grossa carenza organizzativa del nostro sistema-paese”.

E comunque il ‘mestiere’ di mamma lascia sempre spazio a quello dell’imprenditrice anche durante l’intervista perché se lo si vuole, si può ottenere tutto dalla vita.

Scopre di essere incinta di due gemelli ma poi i medici le svelano la verità

Vende la culla del suo bambino volato in cielo. Una settimana dopo l'acquirente torna

Il Vicks Vaporub non serve solo per il raffreddore: ecco altri 10 utilizzi per la salute

Pensa di essere incinta ma invece riceve una triste notizia

Difende una mamma derisa dentro al supermercato, una lezione che nessuno dimenticherà

Dopo il parto il medico disse "mi dispiace", ma le mie figlie non le cambierei mai

Ultima ora: la lettera del fidanzato e le parole di suo padre