Mamma rivela la verità dopo che il figlio è stata vittima dei bulli

Negli ultimi anni, la piaga del bullismo si sta diffondendo sempre di più. Solitamente a farne le spesso sono i bambini. Questo ovviamente è qualcosa che ci spezza il cuore ed ecco perché abbiamo deciso di raccontarvi una storia, per rendere consapevoli tutti i genitori di quello che alcuni ragazzini sono in grado di fare.



ACQUISTA IN SCONTO IL GUANTO MAGICO!

Il protagonista di questa storia, è un bambino di soli sei anni, chiamato Carter English, di Washington. E’ sempre stato un ragazzino molto buono e socievole. Inoltre, non è nemmeno mai stato vittima dei bulli. Però, la il suo miglior amico era stato preso di mira da un gruppetto di bambini che giocavano sotto il loro palazzo. Ovviamente Carter, da buon amico, un giorno ha deciso di difendere l’altro bambino. Proprio a quel punto è capitato l’impensabile. Il piccolo ha raccontato: “Stavano facendo i prepotenti e volevano picchiarlo. Così mi sono messo in mezzo ed ho detto a quei ragazzini di smetterla, ma loro alla fine se la sono presa con me!” Quei bulli con Carter non si sono limitati solamente a prenderlo in giro, ma l’hanno picchiato, non solo con le mani, ma anche con pietre e bastoni. Alla fine, il piccolo ha riportato molte ferite e diversi lividi su tutto il suo corpicino. Dana, la madre quando ha visto il figlio in quelle condizioni è scoppiata in lacrime ed era molto arrabbiata ovviamente. Infatti ha raccontato: “E’ stato un inferno. Non ho dormito e non mangiato. Non potevo fare nulla per lui!” 

ACQUISTA QUI TAPPETINO REFRIGERANTE

Quando la donna ha portato il piccolo in ospedale, i medici sono stati costretti a rimuovere lo sporco dai suoi occhi. Inoltre la polizia, ha contattato gli assistenti sociali, per andare affondo sulla questione e per evitare che possa accadere di nuovo.

Ora, Carter sta bene, ma sia lui che sua madre, vivono ancora nel terrore che possa accadere qualcosa di terribile e di irreparabile.

Storie del genere non dovrebbero mai accadere, i bambini dovrebbero giocare insieme e felici, non picchiarsi a vicenda.

Condividete per rendere consapevole tutti i genitori di quello che può accadere ai loro figli!