mamma approva figli

Mamma, eri con me quando ti ho detto che sono gay. E non mi hai lasciato

Grazie mamma per essermi accanto, per approvare e difendere le mie scelte ogni giorno

Perché l’amore, quello vero non dovrebbe conoscere limiti, né tantomeno ostacoli. Perché un ragazzo o una ragazza, un uomo o una donna, di qualunque etnia, età e provenienza, ha il diritto e il dovere di amare chi vuole e soprattutto di poterlo dire al mondo intero senza paura e remore.

mamma approva figli

E tra questo mondo intero c’è lei, la persona più importante della nostra vita, colei che ci ha messo al mondo e che ci ha amato, incondizionatamente ancora prima di guardarci negli occhi. La nostra mamma, una roccia, che ci ha insegnato a camminare, a parlare a mangiare, che ci ha insegnato la vita e anche l’amore.

mamma approva figli

Ecco perché nessuno dovrebbe avere paura di raccontare i sentimenti o il proprio orientamento al mondo, se al suo fianco c’è la mamma. Lei che è sempre pronta a battersi contro tutto e tutti per la nostra felicità. Lei che vuole solo vederci sorridere, indipendentemente dal lavoro che scegliamo di fare, dalla maglia che decidiamo di indossare, dal sesso di chi vogliamo fare accanto.

mamma approva figli

E le mamme, quelle che ci hanno regalato la vita, restano sempre al nostro fianco, oggi e domani, sempre. Lo fanno anche quando qualcuno ci addita per le scelte che abbiamo fatto, si arrabbia se qualcuno ci giudica solo perché non conosce e non capisce. Le mamme, sono quelle che ci stringono la mano quando siamo ancora dei bambini e continuano a farlo, restando al nostro fianco, sempre.

Un rarissimo cancro al cervello

Non si è curata, per provare a tenere il suo bambino, ma lo ha contagiato

Lo sfogo di una mamma che ha accettato il suo aborto dopo mesi

I medici chiedono scusa per l'errore commesso sul bimbo

La storia della nascita dei gemelli di LaTroya

La decisione che è stato costretto a prendere Frederick su sua moglie Keyvonne

Fa causa all'ospedale, dopo aver allattato, con l'inganno, il figlio di un'altra donna