mamme state attente

La sua bambina aveva giocato con l'acqua in giardino tutto il pomeriggio. Ma quando la fece entrare per cambiarla, noto che aveva degli strani punti neri sulle gambe e sul collo. Quando cercò di spremerne uno e vide quello che usciva, corse in ospedale.

Home > Mamma > mamme state attente

Con l’arrivo dell’estate, le alte temperature possono diventare l’occasione perfetta per trascorrere una bella giornata in piscina o giocare nel parco. Tuttavia, è importante stare all’erta per garantire la sicurezza di tutti, in particolare dei membri più giovani della famiglia. Beka Setzer ha dovuto affrontare una dura esperienza che metteva a rischio la salute della figlia.

Decise di condividere ciò che accadeva per avvisare tutti i genitori. Beka e la sua famiglia vivono in Ohio, negli Stati Uniti. Emmalee stava giocando con l’irrigatore nel giardino di casa sua, per godersi il caldo pomeriggio. Verso la fine del pomeriggio sua madre la chiamò per cambiarla, togliere i vestiti bagnati e assicurarsi che la piccola si riposasse. Fu lì quando notò che c’era qualcosa di molto strano in tutto il corpo di sua figlia. Si trattava di minuscoli punti neri che coprivano tutte le sue gambe e persino parte del suo collo. Emmalee ha attualmente tre anni. La prima cosa che pensò Beka fu che forse erano semplici schizzi di fango dal giardino, ma quando si avvicinò si accorse che erano larve di zecche. Erano così piccoli che sembravano semi ma si muovevano ovunque e stavano pungendo la sua bambina. Le zecche rimangono sotto forma di larva fino a quando si nutrono di sangue per la prima volta e la loro anatomia cambia. Decise di cambiarla immediatamente e assicurarsi che tutti questi piccoli insetti venissero fuori dai piccoli fori. Li ha rimossi uno per uno e ha perso il conto quando il numero ha superato i 150. Molti di loro erano incrostati mentre mordevano Emmalee e altri camminavano sul suo corpo.

Emmalee si svegliò il giorno dopo con la febbre, un sacco di debolezza e un linfonodo infiammato. Il giorno successivo, Emmalee ha avuto una reazione allergica. Aveva ricevuto tanti morsi che tutto il suo corpo era coperto da piccole croste rosse. Beka andò in giardino e ispezionò con molta attenzione l’area in cui aveva giocato sua figlia.

Lì trovò il nido di questi insetti e li attaccò immediatamente con un forte insetticida. Le zecche hanno uova sul prato e da lì cercano animali da cui nutrirsi. Una volta arrivati ​​alle Emergenze, i medici hanno eseguito test costanti per assicurarsi che non si trattasse della malattia di Lyme. Fortunatamente, i risultati sono stati negativi, ma dal momento che i morsi erano così numerosi, hanno deciso di iniziare immediatamente un forte trattamento antibiotico.

Dato che il linfonodo non smetteva di infiammarsi, sono stati costretti a rimuoverlo poiché poteva colpire la gola della piccola Emmalee. Ogni zecca femminile può depositare più di mille uova durante tutto l’anno. La dolce bambina è già completamente al sicuro grazie alla velocità con cui la madre si è comportata. Tuttavia, dovranno eseguire test annuali per continuare a escludere la malattia di Lyme.

“Spero che molti genitori possano capire il pericolo di questo. Non sapevo che esistessero sotto forma di piccole larve.” Con l’arrivo dell’estate in molte parti del mondo, Beka ha deciso di condividere la sua storia in modo che i genitori stiano attenti a tutti i tipi di insetti, in particolare a queste strane larve di zecche.

Condividi questo caso per contribuire a garantire la salute dei bambini in tutto il mondo.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI