“Mi hanno dato un altro bambino” – I suoi gemelli sono così diversi che pensa che solo uno sia suo figlio

"Mi hanno dato un altro bambino" - I suoi gemelli sono così diversi che pensa che solo uno sia suo figlio

Home > Mamma > “Mi hanno dato un altro bambino” – I suoi gemelli sono così diversi che pensa che solo uno sia suo figlio

I misteri della natura sono davvero sorprendenti, alcuni riescono a rivelarsi per spiegare ciò che è incredibile agli occhi del mondo. Judith Nwokocha, 38 anni, una fotografa canadese, è rimasta incinta dopo essere stata sottoposta a fecondazione in vitro (FIV). La nascita dei suoi gemelli ha lasciato tutti con la bocca aperta, al punto che persino la madre pensava che avessero scambiato uno dei suoi bambini.

Judith, originaria della Nigeria e suo marito hanno combattuto per più di otto anni per concepire un bambino, fino a quando non hanno finalmente deciso di optare per l’opzione IVF. Infine, nel 2016 Judith aveva due gemelli, il primo a nascere fu Kamsi, un bellissimo bimbo di 2,7 chili, e solo un minuto dopo nacque Kachi, una bellissima bimba con 1,5 chili.

Ma la differenza di peso tra i neonati non è stata l’unica cosa che ha sorpreso la madre e l’intera squadra che li ha aiutati. Il colore della pelle di questi gemelli era totalmente diverso, Kamsi era scuro e Kachi era albino. È incredibile dire che Kamsi e Kachi sono fratelli gemelli, tutti dubitano che siano figli degli stessi genitori a causa della differenza di colore della pelle.

“Molte persone non pensano  che siano gemelli e chiedono dove siano i loro genitori. L’espressione di sorpresa sui loro volti è imminente quando dico loro che sono la loro madre. ” A causa del suo peso ridotto, Kachi rimase nell’unità di terapia intensiva per diversi giorni, e fu allora che i medici spiegarono a sua madre che Kachi aveva l’albinismo oculocutaneo (OCA) di tipo 2, una condizione ereditaria che causa una bassa produzione di melanina colpisce gli occhi, la pelle e i capelli con la possibilità che un bambino nasca con la condizione nel caso in cui entrambi i genitori portino il gene difettoso.

Dato che i fratelli non sono gemelli identici, ciò spiega perché solo uno ha ereditato quel gene e uno di loro è albino e l’altro no. Nonostante la loro notevole differenza fisica per gli adorabili fratelli, tutto è normale.

Poco dopo aver scoperto che era incinta, Judith ricevette la notizia che i gemelli potevano nascere con la sindrome di Down, a partire dalla settima settimana lo sviluppo di Kachi era sempre più lento rispetto a quello di suo fratello. La probabilità che sopravvisse era molto bassa.

“Non mi è mai passato per la testa che potessimo avere un bambino albino, non abbiamo una storia familiare. È stato un vero impatto per me. Pensavo mi avessero dato il bambino di qualcun altro. ”

Inizialmente Judith era molto preoccupata per sua figlia e per come la gente potesse reagire alle sue condizioni. Nel corso dei giorni la preoccupazione si trasformò in tristezza e Judith chiese a Dio ancora e ancora perché ciò le fosse successo.

“Perché io? Perché ero io che avevo un bambino albino? Com’era possibile che avessi due gemelli, uno bianco e uno nero? ” Anche suo marito era “in negazione”. Non accettò le condizioni di sua figlia, tuttavia, decise di chiedere consiglio per imparare ad affrontare l’albinismo di Kachi.

Non è stato fino a quando i gemelli hanno compiuto un anno che il sentimento di tristezza e preoccupazione è scomparso, e da quel giorno Judith ha imparato a vedere oltre ogni aspetto negativo delle condizioni di sua figlia. “A poco a poco ho iniziato a vedere mia figlia in modo diverso. Ho iniziato ad apprezzarne la bellezza. Ho iniziato ad ammirare tutto di lei. ”

Ogni volta che camminavano erano al centro dell’attenzione e la gente la ammirava molto. Ha aggiunto che la grande personalità della sua bambina la sorprende. “Le dico sempre quanto è bella. Non cambierei le sue condizioni per un milione di dollari perché è perfetta per me in ogni modo. ”

Certamente, l’albinismo può avere le sue sfide, ma Judith ora si preoccupa di insegnare a sua figlia a essere forte e conquistare tutto ciò che le viene in mente. È una storia emotiva che ci mostra il miracolo dell’amore in un sorriso pieno di innocenza e complicità tra questi adorabili gemelli.