“Mi sono svegliata una mattina e lui non respirava più…”

Home > Mamma > “Mi sono svegliata una mattina e lui non respirava più…”

James Green, il protagonista di questa storia, ha sempre desiderato avere, un giorno, una grande famiglia. Infatti, quando ha scoperto che Cloe, la sua compagna, che allora aveva solo 17 anni, era incinta, non riusciva a trattenere l’emozione! E dopo la nascita del loro primo figlio, Leo, hanno subito provato a farne un altro! Dopo il secondo, ancora e ancora…

James amava essere padre e Cloe era una madre meravigliosa. L’uomo ha iniziato a lavorare da remoto in modo che potesse aiutare la sua compagna con i bambini, potesse portarli a scuola, al dottore, potesse tenerli sotto controllo, mentre lei sbrigava le faccende domestiche. Purtroppo il loro quinto figlio nacque con la paralisi celebrale e da quel momento, decisero di fermarsi. Cloe andò dal dottore e si fece impiantare un contraccettivo. Ma, nessuno riesce ha spiegarsi come, il dispositivo ha fallito e Cloe è rimasta nuovamente incinta. La coppia ha avuto un totale di ben otto figli, dopo i quali, hanno concordato che la loro famiglia fosse finalmente completa. Il 4 dicembre del 2015, appena 12 settimane dopo aver dato il benvenuto all’ultimo figlio, la loro vita è cambiata improvvisamente. Cloè si è svegliata una mattina, vero le 4e30 e si è accorta che James non stava respirando, prima lo aveva sentito agitarsi. “Volevo urlare e piangere ma sapevo di dover mantenere la calma”, ha detto Cloe. Purtroppo James è morto nel sonno, aveva soltanto 31 anni. Aveva sempre goduto di ottima salute, quindi nessuno riusciva a spiegarsi che cosa fosse potuto accadere. I risultati dei test, furono inaspettati..

James è morto di cardiopatia ipertensiva. Si tratta di problemi cardiaci che si verificano a causa dell’ipertensione arteriosa prolungata. Deve aver avuto un attacco, iniziato con un insopportabile dolore al petto e terminato con la morte.

Molte persone possono soffrire di questa condizione senza saperlo, poiché non ci sono sintomi apparenti.

Per questo motivo, tutti dovrebbero sottoporsi a regolari controlli della pressione arteriosa.  Di certo questa vedova, di soli 27 anni, si aspettava di perdere il suo compagno, padre dei suoi figli.

Oggi Cloe, anche nei momenti più bui, in cui pensa di non farcela senza James, guarda i quegli otto faccini e trova le forze necessarie per andare avanti e per dare loto tutto ciò di cui hanno bisogno.