Muore durante il parto, ma dopo 24 ore, accade un miracolo

Doug e Melanie Pritchard erano felicemente sposati da tre anni, quando scoprirono di aspettare un altro bambino.


La gravidanza proseguì perfettamente, la donna non ebbe nessun tipo di complicazioni, fino al giorno del parto… iniziò ad avere nausea e vertigini, proprio durante il travaglio. I dottori cercarono di capire cosa stesse succedendo e cosa c’era che non andava, ma dai controlli, non risultava nulla. Sia lei che il suo bambino erano in perfetta salute, nessun valore fuori dal normale….

Poi all’improvviso, in un solo secondo, il monitor di Melanie mostro una sofferenza cardiaca e alla fine il suo cuore si fermò. Aveva un’embolia liquida amniotica, una condizione rarissima che può presentarsi durante il parto. Succede circa una volta ogni 80.000 nascite. Accade quando il liquido amniotico entra in contatto con le particelle del sangue e compromette la sua circolazione..

Le particelle bianche contenute nel liquido amniotico, a contatto con il sangue, causano una reazione immediata. I medici hanno cercato di rianimare Melanie e hanno fatto nascere, immediatamente, il suo bambino tramite un taglio cesareo. Ma Melanie alla fine non ce l’ha fatta, è stata dichiarata morta e la sua famiglia si è preparata per dirle addio, soprattutto suo marito, si sentiva un uomo distrutto. Ma dopo 24 ore, è avvenuto un miracolo…

“Mia moglie era clinicamente morta quando nacque mia figlia. Il mio primo pensiero è stato che sarei diventata vedovo.”

I dottori lo informarono che arrivato il momento di salutarla e fu allora che lui si chino per baciarla e le disse queste poche parole:

“Se hai ancora un po’ di forza in te, inizia a combattere!”

Queste poco parole hanno dato a Melanie la forza di cui aveva bisogno. Dopo 24 ore in cui fu considerata morta, ha riaperto gli occhi. Suo marito le mostrò subito una foto della loro bambina, Gabriella, sopravvissuta contro ogni previsione, mentre la sua mamma lottava per la vita.

Poche ore dopo, la donna riuscì a respirare da sola e nel giro di una settimana, senza l’aiuto di farmaci, fu miracolosamente in grado di tornare dalla sua splendida famiglia.

Il fatto che sia viva e abbia recuperato in quel modo, è stato considerato un vero miracolo…

Noi vogliamo lasciare un grande augurio a questa mamma, che la vita possa continuare a sorriderle sempre!