Nascono con la testa deformata, alla fine i medici si trovano costretti ad operarli

Home > Mamma > Nascono con la testa deformata, alla fine i medici si trovano costretti ad operarli

Mike e Amy Howards hanno scoperto dopo quattro settimane di gravidanza che aspettavano tre gemelli. Inizialmente la notizia li ha un po’ sconvolti, anche perché erano genitori per la prima volta e un conto era con un bambino e un conto era avere tre figli insieme!

Il 22 ottobre 2013 finalmente sono nati Kader, Hunter e Jackson, il parto era andato bene, ma quando li hanno guardati attentamente, i medici si sono resi conto che, probabilmente, soffrivano di qualche malattia al cranio, avevano le teste deformate e questa strana forma poteva portare problemi al cervello. Ma i due genitori erano positivi, credevano che era perché avevano poco spazio nella pancia e che, quindi, con un po’ di tempo la cosa si sarebbe sistemata.

I medici invece li informarono che i loro figli soffrivano di una rara malattia chiamata craniosinostosi. Si verifica quando in alcune parti del cranio manca l’osso e quindi, con la crescita, potrebbe portare gravi difficoltà di apprendimento e problemi di vista. Dopo tutte le analisi, lastre e tac hanno preso una decisione drastica per tutti…

Avevano bisogno di un intervento chirurgico a sole nove settimane di vita. Amy e Mike erano molto preoccupati erano troppo piccoli per subire un’operazione così pericolosa, ma alla fine hanno deciso, con molto dolore, di farli operare, sapevano che era la cosa giusta.

Così il dottor Chesler, dell’ospedale pediatrico Stony Brook di New York, si è preparato per l’intervento e dopo più di due giorni su tutti e tre i gemelli, ha avvisato i genitori che l’operazione si era conclusa con successo. I bambini ora sono sani e vivono la loro infanzia felice, come è giusto che sia!

Meravigliosi, non è vero?