Posizioni per fare l’amore in gravidanza: le migliori in assoluto

Quali sono le migliori posizioni per fare l'amore in gravidanza? L'intimità si può vivere in ogni trimestre, basta solo scoprire quelle adatte e seguire i consigli.

Uno degli interrogativi che le donne si pongono durante la propria esistenza è: quali sono le migliori posizioni per fare l’amore in gravidanza? Affrontando questo delicato periodo è normale farsi delle domande riguardo l’intimità, che diventa sicuramente più “impegnativa” da vivere di trimestre in trimestre, con la crescita del pancione e con tutte le tipiche conseguenze che gli ormoni portano con sé.

Fare l’amore in gravidanza: sì, si può

Partiamo da una delle domande più spinose: si può fare l’amore in gravidanza? Abbiamo già risposto a questo quesito, ma dato che moltissime donne se lo chiedono, spaventate dall’idea che possa fare male al bambino, lo ribadiamo: in realtà, a meno che non sia espressamente vietato dal medico curante, vivere l’intimità è più che concesso e di mese in mese basta solo trovare la posizione giusta per non correre rischi.

Le posizioni migliori per fare l’amore nel primo trimestre

Anche se il corpo della donna cambia e ci sono dei momenti in cui la libido tende a diminuire, conoscere le migliori posizioni per fare l’amore in gravidanza è fondamentale per i benefici che comporta l’intimità in gravidanza. Per quanto riguarda il primo trimestre in linea di massima non ci sono grosse restrizioni in fatto di posizioni, ma occorre tenere presente che proprio durante questi primi mesi la voglia diminuisce nettamente.

Questo calo deriva dal picco di progesterone, dalle nausee e dai malesseri che possono contraddistinguere questo periodo, ma dato che ogni donna è un mondo a sé, è comunque possibile tenere a mente che le migliori posizioni per fare l’amore nel primo trimestre di gravidanza sono davvero le più comuni, tra cui:

  • la posizione dell’amazzone in cui la donna è sopra l’uomo
  • la posizione a cucchiaio in cui la donna è distesa su un fianco e l’uomo dietro di lei
  • la posizione della squadra in cui la donna è stesa a pancia in su e l’uomo fa scivolare il suo bacino sotto di lei
  • posizione in ginocchio, in cui la donna è appunto in ginocchio e la pancia resta così libera.

Ricorda: l’importante è non fare niente di estremo!

Secondo trimestre: le posizioni migliori per l’intimità

Quello che succede nel secondo trimestre è opposto a ciò che accade nel primo: insieme alle prime evidenti trasformazioni del corpo arriva anche il desiderio di fare l’amore. Dato però che il pancione sta già comparendo, occorre capire come muoversi in tutta sicurezza: le posizioni per fare l’amore in gravidanza nel secondo trimestre, o meglio quelle consigliate e più adatte, sono quelle che vedono la neo-mamma avere il controllo del proprio corpo o che la tengono assolutamente “a riposo”, senza che ci sia troppo peso nella zona del ventre.

Il suggerimento è quindi quello di vivere l’intimità adottando la posizione della cowgirl (la donna sopra), oppure di giacere sul fianco. Vanno piuttosto bene anche le posizioni che vedono la futura mamma di spalle, se si usa la giusta attenzione e si rimane sollevate. La posizione del missionario può andare bene per incontri particolarmente veloci, quindi non è raccomandatissima.

Terzo trimestre di gravidanza: fare l’amore col pancione

Contrariamente a quanto si possa pensare, l’intimità si può vivere anche con un bel pancione ingombrante. Anzi, a meno che non ci siano dei problemi diagnosticati, esistono almeno 4 ragioni per cui una donna incinta dovrebbe fare l’amore tutte le sere. Come gli altri trimestri, anche il terzo trimestre porta con sé le posizioni migliori per fare l’amore in gravidanza: a quelle del secondo trimestre si aggiungono un paio di varianti, che per altro nell’ultima parte della gravidanza aiutano naturalmente il corpo e il bambino a prepararsi alla nascita.

Tra le posizioni raccomandate abbiamo la già citata cowgirl, ma anche la posizione del cucchiaio e tutte le figure che vedono la neo-mamma messa di spalle, sempre con la raccomandazione di tenere il pancione ben sollevato. Ancora, è raccomandata la posizione fianco a fianco, che consente ai partner di guardarsi negli occhi e di non fare peso sul pancione.

Al di là delle figure “ammesse” resta comunque fondamentale che la neo-mamma si senta sempre a suo agio: le posizioni migliori per fare l’amore in gravidanza possono essere anche fai-da-te, a patto che non manchi mai il comfort. E voi, quali preferite?