Quattro passi per insegnare ai bambini ad essere obbedienti

Ecco come fare.

Viviamo in un mondo in cui i valori morali vanno a scomparire, in cui i bambini pensano sia di moda disobbedire ai genitori. Molte mamme e molti papà si chiedono come poter insegnare ai figli i vantaggi dell’obbedienza, spiegando loro che disobbedendo ci sono solo svantaggi. Potremmo insegnare per prima cosa questo ai bambini!


L’obbedienza si traduce in un rapporto felice e pacifico, mentre la disobbedienza porta il dubbio, la paura, la mancanza di fiducia nelle persone. Ci sono quattro principi morali che da genitori dobbiamo insegnare ai nostri figli. Evita di prendere scorciatoie. Molti disubbidiscono proprio perché così si prendono delle scorciatoie nella vita, ignorando o non accettando delle regole che imporrebbero magari un percorso più difficile da affrontare. Dobbiamo insegnare ai bambini che tutto quello che arriva con facilità, non è bene. Bisogna sempre impegnarsi, accettare le sfide, crescere imparando dalla vita. Cerca la saggezza. Chi disobbedisce devia dalla strada delle regole, per prendere altre strade. Ma è importante ascoltare l’esperienza di chi ha vissuto in questo mondo prima di loro, seguendo dei buoni esempi di vita. Prendi le tue decisioni. Chi vuole essere popolare valuta le proprie decisioni in base all’umore delle folle. Invece bisogna capire che si devono prendere decisioni per quello che si è imparato, perseguendo la strada del giusto e non facendo quello che potrebbe renderci popolari. Le persone obbedienti prendono le decisioni giuste anche se sono le uniche a farlo.

Fai la cosa giusta specialmente quando nessuno ti vede.

Essere obbedienti quando sei sotto il controllo di mamma e papà è più facile. Lo è meno quando si è da soli con i propri amici e le tentazioni sono all’ordine del giorno.

Se i bambini hanno imparato le regole del sano vivere e convivere con gli altri, state pur certi che anche lontano dai vostri occhi sapranno prendere sempre le decisioni più sagge.