Quello che è accaduto realmente a Kristoffen

L’estate è quel periodo dell’anno che tutti amano, prima cosa perché si può andare al mare e poi perché si possono fare le gite all’aperto. Però, come abbiamo sempre detto, ogni cosa ha il suo lato negativo e il solo spesso ci è nemico!


Uno di questi lati negativi, purtroppo, l’ha vissuto un ragazzino di soli tre anni chiamato Kristoffen Nordgarder. La madre, Elisabeth ha raccontato: “Era un giorno come gli altri ed io insieme ai miei amici, siamo andati a visitare i miei nonni. Quando ad un certo punto, il mio bambino è venuto di corsa verso di me, piangendo e si è arrampicato sulle mie ginocchia. Pensavo che fosse stato punto da una vespa o si fosse graffiato su un ramo. Non credevo che quel fine settimana, sarebbe diventato il mio più grande incubo. Dopo circa quindici minuti il suo piede ha iniziato a gonfiarsi ed il suo corpo a diventare blu. L’ambulanza e l’elicottero sono arrivati subito ed i paramedici continuavano a dire che era stato morso o da un serpente o da una vipera. Così siamo andati subito in ospedale. Arrivati lì, i medici gli hanno dato un antidoto e sembrava che Kristoffen si stesse riprendendo, ma all’improvviso le sue condizioni sono peggiorate bruscamente. Hanno anche scoperto che aveva emorragie interne nell’intestino. Non credevo che la sua situazione potesse essere così grave. Inoltre ha anche perso peso nel giro di poche ore. Alla fine i dottori mi hanno spiegato che ogni persona ha una risposta diversa al morso di un serpente, però i bambini sono molto vulnerabili. 

Dopo una settimana e mezza in ospedale Kristoffen stava bene, si è ristabilito e siamo anche potuti tornare a casa.

Nonostante la terribile esperienza che ha vissuto, sembra che non ne è rimasto traumatizzato, però, da quel giorno quando esce in giardino preferisco fargli sempre indossare dei stivali.”

Che storia incredibile, tutti devono sapere dei rischi che si corrono quando i bambini giocano all’aperto.