Rubano una macchina con dentro un bambino che dorme.

Home > Mamma > Rubano una macchina con dentro un bambino che dorme.

Amanda è una donna che vive in Virginia e ha raccontato gli attimi più brutti della sua vita!  Quando qualcuno realizza che suo figlio non è più dove lo aveva lasciato, il cuore esplode e va in mille pezzi, il terrore s’impossessa di ogni singolo muscolo e la disperazione si fa largo ad alta voce.

Questo è quello che è successo ad Amanda, una ragazza madre di 26 anni che lavora presso il servizio postale degli Stati Uniti. La ragazza lavorava incessantemente per poter crescere e dare un futuro al suo bambino, non aveva altro aiuto che le sue forze e non era per niente facile.

secuestran bebe por error

A volte doveva scendere a compromessi con la vita per poter lavorare. Un giorno Amanda è costretta a fare degli straordinari e si deve recare due ore prima del solito al lavoro. Non può lasciare suo figlio Jake a scuola perché era troppo presto, così la donna decide di lasciare il bambino di 8 anni in macchina, da solo.

secuestran bebe por error

La macchina era vicino all’ufficio in modo che, al momento gusto, sarebbe uscita per accompagnare suo figlio a scuola. Il bambino ha ancora sonno e si addormenta cadendo in un sonno profondo, nel frattempo due delinquenti s’impossessano della macchina e quando il bambino si sveglia si accorge che alla guida non c’è sua mamma! Nei sedili anteriori c’erano due uomini strani.

secuestran bebe por error

La donna, uscita dall’ufficio si accorge subito che la macchina non c’è più ed è colta da panico. Chiama la polizia e intanto cerca di individuare l’auto: disperata non gli resta che pregare Dio! Gli chiede di salvare suo figlio che è tutto quello che ha e dopo neppure 20 minuti riceve una telefonata dalla polizia. Jake era sano e salvo a scuola! I ladri, dopo aver rubato la macchina, hanno lasciato il bambino a scuola e, cosa ancora più sconcertante, fu il racconto del bambino.

 

Disse che due gentiluomini erano saliti in macchina e quando lui gli ha chiesto chi erano loro hanno risposto che la mamma gli aveva chiesto se lo accompagnavano a scuola. Li indicò la strada e loro lo lasciarono a scuola, abbandonando la macchina a pochi chilometri dal punto. La donna ha pensato ad un angelo che la stava aiutando: voi cosa pensate?