Sei settimane dopo il parto, si sente male e decide di andare dal dottore.

Ogni gravidanza è diversa, ogni donna la vive a modo proprio e pensate che anche le gravidanze, in una stessa donna, possono essere diverse da figlio a figlio. Ma una cosa è certa, per la maggior parte, è l’esperienza più bella della vita, al termine della quale, ci si rende conto che per ogni dolore, ogni fatica, è valsa la pena, perché tra le braccia adesso, c’è la cosa più grande che mai abbiamo visto prima.

Ma oggi vogliamo raccontarvi una storia un po’ diversa, la storia di questa mamma che, poche settimane dopo aver dato alla luce la sua bambina, ha iniziato a sentirsi male e a provare delle strane sensazioni. Era l’inizio del 2016, quando Eliza Curby ha partorito sua figlia Charlie. “Tutti mi dicevano che era normale, sia la stanchezza, sia sentire strano il mio corpo. Per loro era la mancanza di sonno e probabilmente l’inizio di una depressione post partum”, racconta Eliza. “Ero sempre stanca, esausta, mi sentivo svenire… mi sentivo come quando ho scoperto di aspettare Charlie. Il mio compagno se la rideva e diceva che ero paranoica, finché non mi sono infuriata e ho deciso di andare a comprare un test di gravidanza. Era passato pochissimo tempo dal parto, solo sei settimane, e in più stavo allattando, per questo tutti mi dicevano che era impossibile. Invece quel test risultò positivo e la notizia più sconvolgente, ce la diedero quando andai a fare l’ecografia. Aspettavo due gemelli! Oggi ci siamo io, il mio compagno Ben, la mia prima figlia Charlie e loro:

Abbiamo sempre desiderato una famiglia, certo non così all’improvviso, ma siamo felici dell’opportunità che la vita ci ha donato…

Anche se sarà dura, con due gemelli e una bambina piccola, io sono sicura che ce la farò. Ben mi aiuta tanto ed è proprio per questo che lo amo!” conclude Eliza.

Molte credono che con l’allattamento sia impossibile rimanere incinta, beh, come avrete notato, non è affatto vero!

Condividete!