Svezzamento con i solidi: come e con cosa iniziare

È arrivato il momento dello svezzamento con i solidi! Il bambino è pronto a mangiare qualcosa di più del latte. Ma sai come comportarti?

Home > Mamma > Svezzamento con i solidi: come e con cosa iniziare

Ebbene sì, il tuo bimbo è cresciuto: è ora di iniziare lo svezzamento con i solidi. In generale questo momento arriva intorno ai 6 mesi, e si snoda in tutta una serie di pratiche da portare avanti.

Per esempio, le quantità che il tuo bambino mangia sono, per il momento, meno importanti del fatto che si abitui proprio all’idea del mangiare. Se non hai ancora idea di come muoverti, non temere: ecco tutti i consigli!

Svezzamento con i solidi: quando iniziare

I bambini ricevono la maggior parte delle sostanze nutritive di cui hanno bisogno dal latte materno o dalla prima formula del lattante fino a quando non hanno circa 6 mesi. Certo, se produci ancora latte materno puoi continuare a darglielo.

In generale, attendere fino a quando il bambino è pronto per il cibo solido significa che sarà in grado di nutrirsi rapidamente e sarà in grado di deglutire più facilmente. Ma come capisci se il tuo bimbo è pronto?

In generale, i segnali sono:

  • Masticare i pugni;
  • Svegliarsi nella notte anche se prima dormiva;
  • Cercare altro cibo oltre al latte.

Svezzamento con i solidi: come iniziare

Inizia offrendo cibo in un momento adatto a entrambi. Sarai in grado di aumentare gradualmente la quantità e la varietà di cibo che il tuo bambino mangia. Non pensare che sia facile: spesso dovrai capire cosa fare se il bambino non vuole mangiare, e comincia a scendere a patti con macchie e disastri!

Cerca di avere pazienza, fino a quando non potranno mangiare piccole porzioni dello stesso cibo del resto della famiglia.

Svezzamento con i solidi: i trucchi

Ci sono una serie di cose che dovrai fare per evitare gli errori più comuni dello svezzamento. Nello specifico dovrai:

  • Lasciare che il tuo bimbo si diverta a toccare e tenere il cibo;
  • Permettere al bambino di nutrirsi da solo, usando le dita, non appena mostrerà interesse per farlo;
  • Non forzare il bambino a mangiare;
  • Se stai usando un cucchiaio, aspetta che il bambino apra la bocca prima di offrire il cibo;
  • Se vuole farlo, lasciagli tenere il cucchiaio;
  • Lascia che il tuo bambino mangi con i suoi tempi: non importa che ci vogliano 5 minuti o 2 ore;
  • Inizia con l’offrire pochi pezzi o cucchiaini di cibo, una volta al giorno;
  • Raffredda il cibo caldo e testalo prima di darlo al bambino:
  • Non aggiungere zucchero o sale (incluso il dado) al cibo o all’acqua di cottura del bambino;
  • Stai sempre con il bambino per evitare che si soffochi.

Svezzamento con i solidi: cibi da dare

I primi alimenti del tuo bambino possono includere frutta e verdura cotte in padella o morbide – come pastinaca, patate, patate dolci, patate dolci, carote, mele o pere – tutte raffreddate prima di fargliele mangiare.

Anche i frutti di bosco, come la pesca o il melone, o il riso per bambini o i cereali per bambini mescolati al solito latte del tuo bambino sono buoni.

Mai dare latte di mucca, capra o di pecora come fino al primo anno: è dannoso e può pure essere letale. Alcuni bambini amano iniziare con cibi passati in purea: altri bambini hanno bisogno di un po’ più di tempo.

Continua a offrire cibi diversi, compresi quelli che il bambino ha rifiutato prima. Possono essere necessari molti tentativi prima che il bambino accetti un nuovo cibo o una nuova consistenza.

Infine, intorno ai 9 mesi, se il bambino è abituato agli alimenti succitati, puoi iniziare a dargli carne cotta morbida (come pollo o pesce in purea). E ancora pasta, pane tostato, pezzi di focaccia, lenticchie, riso e purè di uova sode.

Intorno al primo anno potrai anche dargi latticini grassi come yogurt, formaggio fresco o crema pasticciera. Prima di introdurre qualsiasi cibo nuovo, però, ricordati di consultare il pediatra.