Taglia i capelli di sua figli, per punirla per il regalo che sua madre le aveva fatto

Home > Mamma > Taglia i capelli di sua figli, per punirla per il regalo che sua madre le aveva fatto

Si dice che la bellezza, quella vera, è quella interiore… ma diciamoci la verità, a tutti noi interessa il nostro aspetto esteriore e il modo in cui gli altri ci vedono. Alla fine, guardarci allo specchio e sentirci belli, è una sensazione gradevole… E qual è una delle cose più importante per noi donne? Ovvio, i nostri capelli!

Un taglio di capelli può cambiare il viso di una persona, può risaltarlo o addirittura renderlo più brutto! Vero? Questo episodio è capitato ad una ragazzina di 13 anni, di nome Kelsey, che per il suo compleanno, aveva decido di voler cambiare look.. Così chiese alla sua mamma, una donna di nome Christine Johnson, un nuovo taglio di capelli come regalo di compleanno. La donna accettò e portò la sua bambina dal parrucchiere. La piccola ne uscì felice e soddisfatta, e il sorriso nella foto che si sono scattate subito dopo, ne è la prova. Ma la sua felicità duro poco, perché pochi giorni dopo, andò a trovare suo padre e la sua matrigna e quella giornata, non la dimenticherà facilmente… quando la mamma è andata a riprendere Kelsey, alla sua vista è rimasta completamente scioccata. Aveva un orribile taglio alla maschietto. Corto e irregolare. La piccola si copriva la faccia per la vergogna e piangeva ininterrottamente. A quanto ha raccontato, al papà e alla sua donna, non era piaciuto il comportamento di Kelsey. Troppo donna, troppo vanitosa, era ancora piccola per tingere i capelli e il regalo della sua mamma, era stato totalmente fuori luogo!

Secondo la loro testa, per ogni azione sbagliata, si pagano delle conseguenze e cosi l’hanno punita!

La madre ha raccontato tutto sui social e il post è diventato virale, indignando il mondo.

I servizi sociali sono subito entrati in azione e stanno conducendo un’indagine. Speriamo che Kelsey riceverà giustizia e suo padre e sua matrigna saranno puniti per le loro orribili azioni.

Non osiamo immaginare quanto sia brutto per la piccola, ogni volta che si guarda allo specchio, ricordare quel giorno, mentre con la forza, nonostante le sue lacrime, l’hanno ridotta in quelle condizioni.