Un brutto batterio

Una bambina di 4 anni finisce in coma e in lotta per la sua vita dopo aver fatto una semplice visita allo zoo. Ecco cosa è accaduto

Home > Mamma > Un brutto batterio

Quello che sembrava una gita in famiglia innocua è diventato un affare quasi mortale per una bambina di soli 4 anni. Grainger Island ha trascorso più di due settimane in coma indotto per tenerla in vita, dopo che un’infezione mortale ha attaccato il suo corpo. La bambina ha contratto l’infezione durante un viaggio di famiglia allo zoo di Yarmouth sull’isola di Wight.

La famiglia di Whiteley nell’Hampshire ha fatto un viaggio di fine settimana sull’isola, dove hanno visitato una fattoria, portici e una spiaggia a Sandown, ma poco dopo la bambina si è ammalata. Isla ha avuto sintomi di collasso e diarrea, così come sua madre di 21 anni, Lauren Aspery. Apparentemente, l’unico rimasto libero dall’infezione era Lewis Keith, partner della signora Aspery.

Ma nel caso di Isla la faccenda era complicata e la bambina fu portata al pronto soccorso dell’ospedale generale di Southampton, dopo aver smesso di mangiare per tre giorni. A quel tempo i medici si resero conto che stavano affrontando un’infezione con i batteri E. coli.

Ma la questione era diventata una sindrome emolitica uremica, che colpiva le cellule del sangue e i vasi sanguigni della piccola e le causava insufficienza renale. “È stato spaventoso. Ho pensato al peggio e avremmo perso la nostra bambina. Credevo davvero che si trattasse solo di un brutto caso di malattia, ma il dottore fece un respiro e disse: “Isla sta molto, molto male, è molto più malata di quanto pensassimo”.

Da quel momento in poi, tutto ciò che il dottore disse fu un brutto sogno. Isla ha avuto insufficienza renale. I suoi reni non funzionavano affatto e il suo corpo non poteva più resistere”, ha detto la madre.

La ragazza era tra la vita e la morte, quindi i dottori dovevano agire rapidamente. Isla ha subito un intervento chirurgico per rimuovere un catetere attorcigliato e poi è stata trasferita all’unità di terapia intensiva, dove è stata messa in coma indotto per 17 giorni.

Alcune settimane di molta angoscia e dolore per Lauren che lavora per una società di mutui. L’E. coli è un batterio che normalmente si deposita nell’intestino e nelle feci di molti animali, in particolare i bovini. Qualsiasi persona può essere infettata consumando un certo tipo di cibo contaminato, ma nel caso di Isla, è molto probabile che abbia avuto contatti con un animale infetto durante la sua visita alla fattoria.

Fortunatamente, la bambina è stabile ed è stata in grado di tornare a casa. Anche se non è ancora tornata a scuola, e non andrà fino a quando non verrà stabilito che è completamente libera dai batteri.

“Sono così felice di aver avuto una risposta e di sapere cosa ha causato tutto, ma sono molto preoccupata che non sappiamo ancora esattamente dove sia stato contratto l’E. Coli, e ci sono buone probabilità che altre persone possano essere a rischio senza saperlo.” ha commentato la madre.

Ad oggi, l’ufficio sanitario sta conducendo un’indagine per determinare se i sospetti di qualsiasi animale infetto nella fattoria che ha visitato Isla sono veri. Da parte sua, la madre desidera solo che nessun altro debba soffrire nel vedere la sua bambina respirare attraverso un tubo.