Un donare estraneo

Una perfetta estranea si commosse così tanto davanti alle parole di una madre disperata, che decise di salvare la vita del bimbo di due anni gravemente malato.

Susie LeRoy, 35 anni, è madre di tre figli e una donna molto generosa. Susie è venuta a conoscenza del caso di Kaleb Perry attraverso la pagina “Un miracolo per Kaleb” ed è stata commossa dalla sua tragica situazione. Per questo motivo ha considerato la possibilità di agire in suo aiuto, fino a quando non ha avuto il coraggio di farlo.

Il bambino è nato con una malattia rara conosciuta come la sindrome della pancia pruriginosa. Quando sua madre, Mandy Perry, aveva solo 4 mesi di gravidanza, non riusciva a urinare e questo ha causato una recessione nei suoi reni. A quel punto la vita del bambino nel grembo materno era in pericolo. Miracolosamente, i medici sono stati in grado di salvare la vita del bambino con cinque interventi chirurgici nell’utero. Tuttavia, poco dopo si sono resi conto che Kaleb aveva un’ostruzione del tratto urinario inferiore e la sindrome della pancia pruriginosa che poteva causare insufficienza renale. Kaleb ha sofferto di una serie di anomalie tra cui la vescica espansa e problemi alle alte vie urinarie. Per questo motivo la sua vescica e il suo rene sono stati compromessi. Per più di un anno la sua famiglia ha cercato un donatore, dal momento che la madre di Kaleb non era compatibile con il suo gruppo sanguigno e nemmeno suo padre Kevin. Questa circostanza ha portato Mandy sui social network per cercare aiuto. “Mi sono riempita di coraggio e l’ho messo sulla pagina Facebook di Kaleb. Diverse persone si sono offerte per fare il test “, ha dichiarato Mandy Perry.

Tra i generosi candidati c’era Susie, che cominciò a seguire la pagina del bambino dopo aver visto il suggerimento di un amico. Questa madre di Clovis, in California, non poteva fare a meno di sentirsi riflessa nell’angoscia di Mandy, dato che uno dei suoi figli ha la stessa età di Kaleb. “È stata un’opportunità per me aiutare un’altra mamma e rappresentare la mia fede. Connettendo con Mandy, che ha figli di un’età simile, poteva essere uno dei miei figli”, ha detto LeRoy.

Il ragazzo ha ricevuto il trapianto lo scorso maggio all’ospedale pediatrico Lucile Packard di Stanford. Fortunatamente, tutto è andato per il meglio e la famiglia non può essere più che grata alla straniera che ha deciso di salvare la vita di suo figlio. “Non ci sono parole per dimostrare quanto questo significhi per noi. Il suo atto di amore e abnegazione: essere umili e arrendersi e fidarsi, questa è la cosa giusta da fare “, ha detto Mandy Perry.

Questa è una bellissima storia sulla generosità umana, ma rivela anche l’importante ruolo che i social network possono caricare in questo tipo di situazioni. La pubblicazione di Mandy e la solidarietà e il grande cuore del Sussie hanno permesso a Kaleb di avere una nuova possibilità di vita.

Condividi questa nota con i tuoi amici e aiutaci a moltiplicare l’esempio di Sussie. Evidenzia il valore significativo delle reti.

La storia di Rachel

L'incubo di Paige e del suo bambino Colton

Maya la bimba nata con una folta chioma: tutti sono rimasti stupiti

Le macchie blu sul tappeto di Jacob ricordano qualcosa a sua madre

Ha scoperto di essere incinta quando è entrata in travaglio

L'appello dei medici: non buttare i denti da latte di tuo figlio

Le diagnosticano la depressione post partum: ma questa mamma aveva il cancro