Una foto che scombussola il web

Possiamo essere molto veloci nel giudicare le persone e molte volte lo facciamo senza conoscere l’intera storia. Anche se è difficile eliminare completamente questo comportamento, almeno possiamo provare a fare tutto il possibile in modo che non accada troppo spesso. Spero che questa storia possa aiutarci a pensarci bene, prima di giudicare.



COMPRA QUI PETFOUNTAIN!

Condividendo questo forse possiamo far sì che qualcuno in futuro non dica parole brutte e negative, senza conoscere chiaramente la storia. Tutto è iniziato poche settimane fa, quando la fotografa Heather Whitten ha pubblicato una foto del figlio di un anno con suo padre Thomas. Nella foto sono seduti insieme nella doccia e questo ha fatto scatenare un sacco di commenti negativi di gente che non vedeva l’ora di sfogare la rabbia verso qualcosa. Ci sono stati molti commenti odiosi e alla fine hanno rimosso la foto da Facebook. A nessuno importava la storia dietro la foto ed è per questo che Heather ha deciso di raccontarla, in una lettera emotiva, perché aveva pubblicato la foto dall’inizio. Sotto puoi vedere la foto pubblicata da Heather. Fu quando suo figlio di un anno prese la salmonella e aveva la febbre alta. Per rinfrescarlo e confortarlo, suo padre Thomas portò il figlio sotto la doccia. Heather cercò la fotocamera per scattare una foto di un momento che per lei simboleggiava l’amore puro. Ma dopo aver condiviso la foto su Facebook, la gente ha iniziato a scrivere commenti con odio. Ecco perché ha deciso di postare nuovamente la foto, insieme a un messaggio forte che penso che tutti dovevano leggere.

heather1

“Quando li ho visti sotto la doccia sono stata sopraffatta dalla scena che stavo vedendo. Quest’uomo, questo marito, e padre, aveva tanta pazienza ed era così amorevole e forte con il nostro figlioletto che era sulle sue gambe. Gli ha sussurrato all’orecchio che sarebbe andato tutto bene e che Thomas si sarebbe preso cura di lui “, scrive Heather Whitten su Facebook e continua:

kristin1

“Ero terrorizzata dal numero di persone che non capivano la storia dietro a tutto e che non potevano vedere oltre la nudità per trovare la storia commovente che rappresentava. Continuate a pensare solo alla nudità. Dite che ho esagerato. E’ troppo intimo. Non dovevo condividerlo con il pubblico.

Ma non sono d’accordo. Voi forse non condividete mai foto della vostra famiglia come faccio io. Ma questo non vi da il diritto di zittirmi. Non vi dà il diritto di togliere il mio diritto di condividere le nostre esperienze senza censurarle. Non c’è niente di malizioso in questa immagine. Né ci sono “parti intime” che si vedono.

heather1

Al momento il messaggio di Heather è stato condiviso più di 30.000 volte e ha 140.000 Mi piace.