Una madre crudele

Una madre crudele lascia il suo bambino di tre mesi nel balcone, nudo, con temperature gelide. Scatta le foto e le pubblica in rete con un messaggio da brivido

Home > Mamma > Una madre crudele

Una donna spietata originaria della Russia è stata criticata nelle reti dopo che le foto sono state rese pubbliche. Nelle immagini si vede come avrebbe lasciato il suo bambino di 3 mesi completamente nudo sul balcone del suo appartamento a temperature gelide. La ventenne, identificata come Elizaveta Klimova, 20 anni, ha deposto il bambino nella fredda notte all’aperto, per provocare il suo ex marito, Aleksandr Potryasov, di 28 anni.

Voleva ottenere l’aiuto finanziario che non aveva avuto da quando la coppia aveva divorziato. La bambina di 3 mesi fotografata da sua madre piangeva inconsolabilmente e tremava dal freddo. Elizaveta ha deciso di condividere le immagini agghiaccianti sui suoi social network con un messaggio scioccante per il suo ex marito: “Vieni a guardarla un’ultima volta. L’ho chiusa nel balcone. Potrebbe congelare. Mi ha fottuto … la vita ” Dopo il duro avvertimento, Potryasov ha pubblicato a sua volta le foto per toglierle la custodia, perché temeva seriamente per la vita di sua figlia dopo l’atteggiamento di sfida, sconsiderato e squilibrato della madre: “ho pubblicato le foto in modo da poter togliere la custodia alla mia ex moglie, temo che ora voglia fare qualcosa di male alla bambina “, ha detto il giovane ai media locali. “Sono terrorizzato al pensare che potrebbe lasciare la piccola al freddo per ucciderla o buttarla in mezzo alla strada” , ha aggiunto Potryasov. Ma poi molti hanno anche criticato il padre per non essersi comportato come doveva e non essersi assunto la  responsabilità nel mantenimento della bambina. Al che ha risposto che “non poteva prendersi cura di sua figlia perché stava lavorando troppo”.

La madre, da parte sua, ha detto che è stata costretta a scattare le foto in quel modo perché il padre della bambina l’ha lasciata completamente sola e senza soldi per allevarla. E l’unico modo in cui poteva reagire era colpire dove feriva di più: sua figlia.

Secondo i vicini di Elizaveta, l’uomo l’avrebbe abbandonata dopo la nascita di sua figlia e si sarebbe trasferito nella vicina città di Volsk. La storia straziante è diventata virale non appena lo sfondo del caso ha raggiunto la polizia, che ha avviato un’indagine. E hanno scoperto che le immagini sono state scattate nell’ottobre di quest’anno, un mese in cui le temperature di Balakovo possono arrivare sotto lo zero.

La madre ha ricevuto una multa ed è stata accusata di violazione della responsabilità genitoriale. È scandaloso che la sicurezza e la vita di un bambino di pochi mesi sia alla deriva perché alcuni genitori non arrivano a capirsi dopo la loro separazione. È inconcepibile che una madre sia arrivata a commettere una simile crudeltà, solo per “presumibilmente” far soffrire il suo ex partner. Cos’altro dobbiamo aspettarci dall’umanità?