Una madre e la sua terribile esperienza

Home > Mamma > Una madre e la sua terribile esperienza

È fondamentale insistere sull’importanza di indossare un casco quando si va in bicicletta, soprattutto nelle aree in cui c’è traffico. È molto facile avere un incidente. Questa madre vuole ricordare quanto sia importante il casco. Molti genitori danno per scontato che certe cose non possa accadere ai propri figli, invece può accadere a chiunque. Prevenire non costa niente.

mamma1

Lo scorso marzo Jaden, il figlio di dieci anni di Tiffany, stava andando in bicicletta senza casco. Il bambino cadde, ma le uniche lesioni visibili erano sulle braccia e sulle ginocchia. Tiffany scrive su Facebook: “Non ha mostrato segni di gravi danni e ha continuato con la sua giornata in modo normale”. Niente di serio allora? Errore. Due giorni dopo la caduta, il ragazzo si svegliò con un mal di testa e Tiffany si rese conto che non si comportava come al solito, normalmente era un bambino pieno di energia e quel giorno si sentiva giù. Non voleva mangiare e tutto ciò che voleva era sdraiarsi sul letto. Sua madre si preoccupò e iniziò a ispezionare il corpo di suo figlio. Poi si rese conto che la parte destra della tempia era gonfia. Toccò il gonfiore e vide che era strano e appiccicoso e decise di portarlo all’ospedale. Quando Jaden salì in macchina, iniziò a vomitare. La preoccupazione della madre aumentò ancora di più. Su Facebook, dove scrive per avvisare tutti i genitori, dice cosa i medici di emergenza le hanno detto:”All’arrivo in ospedale, i medici hanno fatto una scansione del cervello. La diagnosi era una frattura del cranio e un danno al cervello. I medici mi hanno detto che dovevano operare su mio figlio in un’ora perché potesse vivere. Le sua possibilità di sopravvivenza era del 50%. ”

mamma2

Quando i chirurghi hanno iniziato l’operazione, i danni erano ampi. Jaden ha dovuto sottoporsi a una craniotomia, che è una procedura chirurgica in cui una porzione di osso viene rimossa dal cranio per consentire l’accesso al cervello. In questo modo potevano eliminare il sangue che si era accumulato nel cervello e mettere una specie di rete metallica.

 

mamma5

La madre continua a dire su Facebook: “L’operazione sarebbe durata solo un’ora e mezza, ma Jaden è rimasto in sala operatoria per 2 ore e mezza”. “I medici ci hanno detto che è un miracolo che sia sopravvissuto. In casi simili i bambini non erano mai usciti vivi dalla sala operatoria. ”

mamma6

“Il 5 aprile 2016, Jaden ha compiuto 11 anni e non aveva quasi più segni di ciò che gli è successo. La mia famiglia e io vogliamo ringraziare il team di chirurgia del PICU al Saint Mary’s Children’s Hospital di West Palm Beach, in Florida. ”

mamma7

“Racconto la mia storia con la speranza che tutti, bambini e adulti, prendano coscienza di quanto sia importante indossare un casco quando si va in bicicletta. Questo può succedere a chiunque. Il danno subito da mio figlio è stato lo stesso di quello di un incidente in moto. Le foto sono state scattate quando siamo tornati dall’ospedale, dopo l’operazione, con 32 punti in testa e quando sono stati rimossi il 13 aprile. ”

Indossare un casco quando si guida una bicicletta riduce il rischio di incidenti con gravi conseguenze. Questa storia è un importante promemoria dell’importanza di indossare un casco. Condividilo, per favore, in modo che tutti i genitori lo tengano sempre a mente.