La storia della piccola Mariana, volata in cielo a causa di un bacio

Avrete sicuramente già sentito la straziante storia della piccola Mariana Reese Sifrit, una neonata dell’Iowa, che a sole 3 settimane di vita,  è stata messa in supporto vitale, dopo aver contratto un virus che si crede provenga da un semplice bacio. Ma, purtroppo, questa mattina alle 08:41 ha aperto le ali ed è volata silenziosamente in cielo, mentre dormiva tra le braccia di mamma e papà.

“Almeno so che adesso non sta più soffrendo”, ha scritto Nicole Sifrit, madre della piccola. Questi due genitori hanno voluto raccontare la storia della loro bambina con uno scopo bene preciso, informare i genitori di tutto il mondo. Mariana è nata il primo luglio con un parto naturale.

Dopo circa 3 settimane dalla nascita, i genitori, si sono resi conto che la piccola non mangiava quasi più. Un giorno prolungò il suo sonnellino più del solito e quando provarono a svegliarla, non reagì, nonostante i ripetuti tentativi.

L’hanno portata di corsa al pronto soccorso dell’ospedale Blank Children’s Hospital a Des Moines e nel giro di due ore ha smesso di respirare e i suoi organi hanno smesso di funzionare. Il team medico ha subito individuato il problema, la piccola aveva contratto la meningite HSV-1, causata dal virus dell’herpes, lo stesso virus che causa l’herpes labiale.

E’ causata da  batteri, funghi o altri tipi di germi e può essere diffusa attraverso il contatto sessuale o da una donna al suo bambino durante il parto. Entrambi i genitori sono risultati negativi al test, quindi si presume che la neonata abbia contratto la malattia da qualcuno che sia andato a farle visita nelle tre settimane dopo la nascita. Qualcuno che deve averle baciato la mano, che poi lei ha portato alla bocca. Naturalmente è una supposizione senza fondamenta ma per il momento risulta l’unica spiegazione possibile.

La dottoressa Tanya Altmann, famosa pediatra del Calabasas Pediatrics della California, ha affermato che “la meningite virale viene trasmessa attraverso un contatto ravvicinato ed è molto comune catturare il virus, ma è molto raro che si sviluppi in meningite. Questa malattia è molto pericolosa nei primi mesi di vita dei neonati, perché appunto può portare alla morte. ”

“Spero che la storia della mia Mariana possa lasciare un’impronta nel mondo e avvertire più mamme possibili. Spero di poter salvare la vita a quanti più neonati possibili. RIP mio piccolo angelo”, conclude Nicole.