6 motivi per cui i brand low cost hanno prezzi bassi

Vi siete mai chiesti come fanno Primark, H&M, Zara...

 

Tutte noi amiamo i marchi di moda low cost. E tutte noi amiamo fare shopping in questi negozi, complici i prezzi bassi, ma anche collezioni sempre ricche di capi alla moda e soluzioni che possono fare al caso nostro o che semplicemente ci fanno innamorare di loro anche se effettivamente non ne abbiamo bisogno. Ma vi siete mai chiesti come fanno i capi e gli accessori dei brand low cost come Primark a costare così poco? Ecco una serie di possibili risposte da tenere in considerazione.

primark2
3 euro? Solo?

1. Delocalizzazione della produzione

Lo sanno tutti che i capi low cost vengono realizzati in paesi dove la manodopera costa poco. Ma non pensiate che sia una loro esclusiva: anche capi che costano più di 100 euro sono prodotti nelle stesse zone geografiche.

2. Produzione di “massa”

I capi e gli accessori costano meno anche perché vengono prodotte grandissime quantità di prodotti, che quindi possono abbassare il prezzo di produzione degli stessi.

3. Pochi commessi

I commessi sono pochi, perché la teoria è che ognuno entra e si serve da solo. E questo abbassa di molto i costi.

4. Nuovi prodotti ogni settimana

Non propongono un’unica collezione, ma micro linee così da dare l’impressione di trovare ogni settimana cose nuove: e questo invoglia molto la clientela, a comprare anche cose di cui non ha bisogno.

5. Capi subito pronti in negozio

Nei negozi low cost i capi della nuova stagione arrivano prima rispetto alle boutique griffate.

6. Diversificazione dei materiali

Capita che nello stesso negozio capi costino pochissimo e altri un po’ di più. E’ dovuto anche a materiali e finiture scelte, ma comunque di solito il rapporto qualità-prezzo non è poi così male…