Come camminare bene sui tacchi, se non siamo abituate a indossarli

Non siamo nate per stare sui tacchi alti, per cui tutte noi dobbiamo imparare prima o poi a camminarci. Ecco le regole per non barcollare.

Home > Fashion > Come camminare bene sui tacchi, se non siamo abituate a indossarli

I tacchi alti non possono mancare nel guardaroba di una donna, anche di quella più sportiva, perchè prima o poi avremo bisogno di un paio di décolleté eleganti. Ma come camminare bene sui tacchi se non ci siamo abituate? Ecco qualche consiglio utile da annotare.

Scegli la scarpa adatta al tuo piede

Per sentirci più o meno comode sui tacchi e riuscire a camminarci bene, la scarpa deve essere prima di tutto di qualità e adatta alla forma dei nostri piedi. Preferire scarpe di pelle vera, che sono più morbide e avvolgenti, e con la forma della punta adatta a noi.

Se la nostra pianta del piede è larga, evitiamo le punte strette che comprimono troppo le dita dei piedi. Viceversa, se il nostro piede è sottile, possiamo scegliere un modello con i laccetti, per tenere il più possibile fermo e stabile il piede.

Se le scarpe non sono giuste è un problema. I tacchi sono delle scarpe scomode di per sé, perché ci costringono ad assumere una postura innaturale. Il peso del corpo scarica sull’avampiede invece che sui talloni e quindi le gambe fanno più  fatica a reggere il corpo.

Assumi la postura corretta

Sui tacchi cambia il nostro modo di camminare e dunque anche la postura deve adeguarsi. E’ importante ricordarsi di  stare con la schiena dritta, scapole aperte e spalle rilassate.

Camminare sempre con la  testa alta (ma abbassarla quando dovete fare movimenti più rischiosi, come scendere le scale o camminare su un marciapiede sconnesso).

Sui tacchi si cammina lentamente e a passi piccoli. Solo così possiamo riuscire a non barcollare. Inoltre, evitare di camminare a gambe larghe per mantenere l’equilibrio, piuttosto seguire una linea immaginaria dritta davanti a voi; ci aiuterà a mantenere le gambe vicine tra loro.

Per mantenere meglio l’equilibrio, si devono contrarre  i muscoli addominali per aumentare la nostra forza. Possiamo anche fare degli altri esercizi per riuscire a stare in equilibrio sui tacchi.

Porta con te l’occorrente per ogni evenienza

Nessuna di noi è costretta a dover resistere tutto il giorno sui tacchi. Per indossarli, il più a lungo possibile, portiamo  in borsa  un kit che comprenda dei cerotti trasparenti – da mettere subito se spuntano le vesciche a causa degli sfregamenti con la scarpa  – e i cuscinetti in silicone, per rendere la pianta della scarpa più confortevole.

Possiamo sempre portare con noi anche un paio di ballerine basse, da indossare se proprio non riusciamo più a stare sui tacchi. A fine giornata, date tregua ai vostri piedi e fate un pediluvio con del sale grosso per dare sollievo e massaggiate i piedi applicando una crema defaticante e idratante.