Converse all star alte invernali: la special edition di JW Anderson

Una nuova versione della scarpa, unisex e colorata. Come sono fatte le nuove converse all star alte invernali.

Le Converse All-Stars sono le sneakers più celebri e più indossate al mondo, rese famose dal giocatore Chuck Taylor, il quale indossò queste scarpe per la prima volta negli anni Settanta.

E oggi, una nuova rivisitazione delle scarpe da ginnastica è stata proposta dallo stilista irlandese J.W. Anderson – la collezione di calzature Converse X JW Anderson.

Converse All-Stars invernali: come sono fatte

converse
Fonte Instragram @jw_anderson

Converse X JW Anderson è una collezione che unisce la forma classica delle iconiche Converse con l’estetica più eccentrica del design di JW Anderson.

Di questa collezione fa parte la linea Chuck 70 Felt, la versione autunno-inverno delle sneakers Converse in feltro. I colori delle Converse sono delle combinazioni fluo ovvero arancio fluo e verde khaki, rosa, azzurro e verde.  La linea include anche due modelli tinta unita verde militare e grigio.

La scarpa è completa con allacciatura stringata e suola in gomma.

Convers
Fonte Instragram @jw_anderson

I due marchi, Converse e JW Anderson hanno collaborato per creare una giustapposizione tra mascolinità e femminilità, creando una scarpa unisex, unica nel suo stile. La scarpa è adatta sia per lui che per lei e si accosta a uno stile un po’ eclettico.

Un pò di storia

converse-alte-invernali

Nel 1917 nasce la prima Converse All-Stars, con una suola di gomma spessa ed una struttura in tela nera alta fino alla caviglia. La fama arriva quando il noto giocatore Chuck Taylor la indossa e inizia a promuoverne la comodità in tutto il Massachusetts.

E così le Converse All-Stars diventarono la scarpa più usata nel mondo del basket, tanto che nel 1922 viene pubblicato il primo Converse Basketball Yearbook.

L’annuario raccoglieva tutte le foto e le interviste dei giocatori di basket che indossavano le scarpe Convers All-Star, in modo da mostrare al mondo quali fossero le scarpe dei campioni.

Nel 1932 l’azienda decise di imprimere il nome di Chuck Taylor sul patch della scarpa, come omaggio per il sostegno alla sua promozione.