Furoshiki, l’arte di creare borse con il foulard

 

Il Giappone è un Paese fascinoso, ricco di tradizioni e di un particolarissimo gusto per la moda. Per esempio, il Furoshiki non è un semplice foulard, ma una vera e propria arte per piegarlo e utilizzarlo in tanti modi diversi. Noi potremmo avvolgerlo al collo, legarlo in vita o al massimo tra i capelli, nulla più. In realtà, è un accessorio dai moltissimi impieghi. Si tratta di un pezzo di stoffa con un taglio quadrato con cui fasciare oggetti, da trasportare o donare, secondo varie tipologie di annodature.

Che cos’è il Furoshiki?

tecniche
Tecniche per piegare il foulard

Il Furoshiki è l’arte giapponese di creare pacchetti regalo oppure borsette utilizzando i foulard. Questa tradizione risale ai tempi dei Nara (710 – 784 d.C.), anche se in quel periodo era conosciuto con il nome di H iradzutsumi, che vuol dire “fascia piegata“. Il nome Furoshiki, che significa “piegatura da bagno“, deriva dall’usanza del periodo Edo ( 1603-1868 d.C. ) di impacchettare i vestiti ai bagni pubblici (i “sento” in giapponese).

Oggi è diventato anche un modo per confezionare borse, da passeggio o per la spesa, o confezioni regalo. Ne esistono di varie dimensioni e quasi cento tecniche diverse con cui farlo: sembra impossibile, ma è proprio così. Impararli tutti è ovviamente è assurdo, ma possiamo provare a studiarne come si realizza velocemente una shopper o a seguire dei brand che prendo ispirazioni proprio dai Furoshiki.

Furoshiki, versione shopper: breve tutorial

 

Per chi ha voglia di sperimentare, una shopping bag di foulard, oltre a essere un accessorio di grande tendenza, è anche facile (inoltre, può risolvere un sacco di imprevisti). Come si fa? Prendete il vostro foulard, possibilmente di grandi dimensioni. Poi piegatelo a metà sulla diagonale, creando un triangolone. Fatto? Adesso in modo simmetrico fate due nodi sugli angoli laterali: ovviamente non a ridosso della punta, calcolate che il tessuto deve spuntare almeno 15/20 cm. Ora non dovete far altro che unire le punte rimaste fuori con un altro nodo, formando la tracolla. Facilissimo vero?

Furo Chic, la borsa per il pranzo

furo-chic
Furo Chic

Furo Chic è uno strumento ideale per rendere originale anche la pausa pranzo. È realizzato in cotone biologico e stampato con colori vegetali, Furo Chic si ispira al tradizionale furoshiki giapponese ed è ideale per avvolgere e trasportare il bento (una sorta di schiscetta nipponica), libri e persino vestiti. Questo accessorio è nato dalla collaborazione con Schisciando, il blog che ha fatto della schiscetta (ovvero il lunch box per chi non fosse nato a Milano) uno stile di vita, e Altriluoghi, azienda d’abbigliamento che produce capi di cotone biologico stampato con colori naturali.

Furoshiki – the wrapping sole by Masaya Hashimoto

Furoshiki-2
Scarpe Vibram

Furoshiki “the wrapping sole” è una suola lanciata da Vibram in versione limited edition stampata e firmata dalla designer nipponica Masaya Hashimoto. Sono delle scarpe davvero originali: assomigliano a delle sneakers caratterizzate da una suola estremamente aderente, mentre la tomaia ricorda l’ antica arte giapponese di avvolgere oggetti nei tessuti per trasportarli. Sono comodissime e fasciano il piede in fantasie coloratissime. Perfetto per il tuo tempo libero , le scarpe Furoshiki di Vibram rappresentano un nuovo punto di svolta nel settore delle calzature.

Vi piacciono? Considerate che il tessuto è traspirante e sono ideali in palestra, come in estate, perché non è necessario indossare le scarpe, il piede non suda e resta sempre fresco e asciutto.

Foto Crediti: ohmyomiyage.wordpress.com

di Mariposa