Il primo “armadio virtuale” dedicato esclusivamente al fashion

Si chiama Vulp.it e vi farà impazzire!

 

Tutti noi abbiamo nell’armadio abiti o accessori ancora quasi nuovi, ma che ormai non utilizziamo più: perché sono di una taglia sbagliata, o semplicemente perché li abbiamo sostituiti con nuovi acquisti e accantonati nei cassetti.
Che sia fuori moda o che sia stato semplicemente un acquisto sbagliato o fatto in fretta, quell’abito rischia di rimanere lì per sempre, anche se magari è di un brand importante o famoso: come trovare qualcuno che voglia utilizzarlo?

Lo staff di Vulp.it

E’ partendo da questa idea che un gruppo giovane e creativo di operatori della moda – FM Commerce di Gatteo Mare, sulla costa romagnola – ha ideato e messo on line un nuovo portale con caratteristiche davvero innovative: Vulp.it.
Un “armadio virtuale”, a cui ognuno può “appendere” i propri abiti usati – liberamente, gratuitamente e con estrema facilità – con la speranza di trovare, dall’altra parte del web, qualcuno interessato proprio a quel capo di abbigliamento. Un’operazione semplicissima: basta un click e ogni capo viene inserito on line, nella giusta fascia di prezzo e con le foto che si deciderà di allegare.

E dai primi riscontri va sottolineato in particolare il gradimento dei capi e degli accessori “vintage”: la moda che torna di moda, e che permette davvero a tutti di vendere (o, dall’altra parte, di ricercare on line) abiti “datati” per farli diventare all’ultimo grido.

Ma il nuovo sito non riguarda solo i vestiti usati. Nell’intenzione dei suoi creatori, Vulp vuole essere anche uno strumento a disposizione di quelle piccole boutiques, di quei negozi di abbigliamento o di quei giovani designer che potranno utilizzare il sito (anche in questo caso, liberamente) per promuovere i propri capi più interessanti – corredandoli di foto, informazioni e naturalmente del prezzo di vendita – cercando acquirenti anche attraverso internet e quindi ampliando considerevolmente il proprio mercato potenziale.

Vulp è stato infatti pensato anche con l’idea di far incontrare direttamente venditore e acquirente. Una delle principali caratteristiche del portale è appunto quella di geolocalizzare chi vende i propri abiti, che si tratti di boutiques o di privati. Sicché il compratore, una volta visualizzato il capo che gli interessa acquistare, può scegliere ovviamente di comprarlo on line, ma può anche decidere di mettersi in contatto con il compratore per un incontro diretto, o per visitare il negozio, se le coordinate geografiche lo permettono..,

 

 

Giorgio Armani, 5 curiosità che forse non sapete

Tankini, il costume da bagno per chi non vuole scoprirsi troppo

Maglioni Natalizi: dove trovarli online!

Come convertire le taglie americane dei jeans

Cosa comprare da Primark: la collezione con Miss gloria

Abiti da sposa 2021: tutte le tendenze del prossimo anno, chic e romantiche

Come abbinare il giallo: i colori che si sposano alla perfezione