In ufficio d’estate: come vestirsi?

 

L’estate la amiamo finché si può andare al mare, nei weekend di sole, per gli abiti scollati, i sandali e la tintarella. Ma finché non arrivano le ferie, il caldo in città può essere un vero inferno e a complicare il tutto c’è l’esigenza di doversi comunque vestire in un certo modo se si svolge un lavoro in ufficio o in ambienti più o meno formali.
Abbiamo pensato per voi a qualche consiglio e qualche capo per rispettare le esigenze di freschezza e allo stesso tempo per sentirsi in ordine e vestite in modo opportuno.

PicMonkey Collage (4)
Scopriamo o sopra o sotto

Regola n° 1: equilibrio

Se cedete a scoprirvi “un po’ più del consentito”, scegliete: o sopra o sotto. Si tratta di una regola generale, ma che in questa situazione è assolutamente da seguire. Se l’abitino è corto, che siano coperte le spalle, se optate per la schiena scoperta, pantaloni o gonna lunghi. La raffinatezza si trova nell’equilibrio e una sola parte del corpo scoperta basterà per farci sentire meno pesanti.

PicMonkey Collage (10)
I capi più morbidi sono più traspiranti di quelli aderenti

Regola n° 2: mosse antisudore

Attenzione al sudore! Non piace a nessuno e non è colpa nostra: ma molte persone hanno una sudorazione eccessiva e sui mezzi pubblici, non c’è scampo per nessuno. Optate principalmente per il cotone o per tessuti che si asciugano facilmente, così come per capi non troppo aderenti. Evitiamo il bianco ottico (meglio quello più tendente al panna) su cui si nota facilmente un’eventuale macchia e, a proposito di mezzi, cerchiamo di rimanere in piedi per evitare che, da sedute, caldo e sudore riducano i nostri abiti in mille pieghe e pieghette.

Regola n° 3: alcune cose sono vietate

PicMonkey Collage (3)
Vietati in ufficio

Da tenere a mente che alcune cose vanno riservate solo al tempo libero e alla spiaggia. Tra queste sicuramente gli shorts, pensiamo anche al bruttissimo effetto che fanno quando stiamo sedute, e in ufficio direi che stiamo decisamente sedute; no a vestitini prendisole o con fantasie troppo sgargianti, decisamente poco professionali; si spera di non doverlo ricordare ma mai dire mai: le infradito, le birkestock o simili sono un super no ! No ad andare senza reggiseno se il nostro seno ne ha bisogno: ne esistono di freschi in cotone e senza coppe, per dare sostegno anche senza farci sudare. No, infine, a trasparenze eccessive, che, tra l’altro, non è detto che il tessuto trasparente sia anche fresco.

Regola n° 4: l’aria condizionata

PicMonkey Collage (7)
Una giacca leggera o una camicia in caso di aria condizionata

Il trauma è arrivare in ufficio, ma non dimentichiamo che, grazie al cielo, ormai non esiste ambiente lavorativo senza aria condizionata. Arriveremmo addirittura ad avere freddo? Potrebbe essere, è quindi bene portare con sé una giacca leggera, anche giacca-camicia, cercando di sceglierne una che non si maltratti. Non vi fate il problema a portare un cambio in una bustina, da fare rapidamente alla toilette prima di sedervi alla vostra scrivania. Via il top a prova di metropolitana, su la camicia perfetta per il climatizzatore.

Regola n° 5: i colori

PicMonkey Collage (6)
Colori senza eccessi

A meno che non lavoriate in un settore con delle regole di abbigliamento particolarmente rigide, in estate si può osare un po’ di colore, anche da abbinare ai vostri preferiti da ufficio, come il nero, il blu o il grigio. Soprattutto per le camicie si possono scegliere i colori pastello, ma anche pantaloni e gonne possono permettersi qualche stampa delicata. Un aiuto per non esagerare: coloriamo solo o il sopra o il sotto.

5 capi da avere

PicMonkey Collage (9)
Gli indispensabili

Nel perfetto guardaroba da ufficio per l’estate ci sono, quindi, alcuni capi che non possono mancare:

1- Uno wrap dress: ovvero un vestito incrociato, il classico esempio di un abito raffinato con poca stoffa e che veste sempre bene. In ordine con poco.

2- Un pantalone ampio in cotone: ampio è sempre meglio di aderente, per i pantaloni più che mai. E in estate potete anche usare per una fantasia (che non sia troppo mare)

3- Una camicia senza maniche, anzi dieci, cento. Che sia adatta a gonne e pantaloni, classica o con qualche rouche. Se ha una buona vestibilità vi basta per avere un look adatto senza soffrire.

4- Una giacca leggerissima: quando avrete trovato quella perfetta non potrete più farne a meno. Prediligete i colori chiari, un taglio morbido e la manica tre quarti.

5- Una gonna leggera al ginocchio ad A, più fresca di quelle a tubino, ma non necessariamente non adatta all’ufficio. L’importante è scegliere il colore o la stampa giusta.

Nell’immagine: blusa senza maniche Mango, in saldo € 14,99; pantaloni palazzo Zara, in saldo 29,99 euro; abito Asos,  € 44,99; blazer leggero Stradivarius,  euro 15,99 €; gonna Naf Naf, € 45,00. 

di Serena Autorino