Le 10 modelle atipiche che saranno top nel 2016

Non perfette, ma stupende. Sono la nuova carica di modelle che faranno strada grazie al loro essere "diverse".

 

Sono finiti i tempi delle modelle tutte uguali, stesse misure, stessi tratti, stesse caratteristiche.
Il mondo della moda si è accorto della bellezza non convenzionale, di quanto ci siano belle donne in ogni parte del mondo e di quanto anche quelli che prima venivano considerati piccoli difetti siano in realtà elementi positivi in grado di caratterizzare un volto o un corpo e rendere unica una modella tanto da farla diventare top e farla emergere dalla massa.

CINDYeLARA
“Difetti” che hanno fatto la differenza. Il neo della super top Cindy Crawford e il diastema di Lara Stone

Nulla di nuovo, ma una tendenza alla riscoperta di canoni di bellezza eterogenei e multiformi, tra un elogio a ogni tipo di bellezza e l’interesse da parte del fashion system di far parlare di sé e delle sue protagoniste.
Segnatevi i nomi di queste 10 outsider che nel 2016 sicuramente faranno parte di campagne stampa, articoli di moda e vedremo sulle passerelle delle sfilate più attese:

1. OLAJUMOKE ORISAGUNA

Modella per caso, nigeriana, venditrice di pane, ha firmato da pochissimo un contratto del tutto inaspettato con l’agenzia di modelle Few.
27 enne, madre di due bambini, Olajumoke è stata scoperta durante un servizio fotografico della cantante Ty Bello. Un caso di photobombing eccellente che ha portato a uno scatto perfetto grazie proprio alla presenza non programmata della bella nigeriana che stava passando casualmente in quel momento.
Sembra l’inizio di una favola, staremo a vedere.

OLAJUMOKE_ORISAGUNA
Olajumoke, da panettiera a modella grazie a uno scatto fortuito

2WINNIE HARLOW

Già nota per essere la testimonial di Desigual ed essere apparsa nelle campagne Diesel del 2015, sarà ancora presa ad esempio come la modella “bicolor”, come colei che a discapito della vitiligine che le ha creato delle chiazze più chiare sulla sua pelle scura, ne va orgogliosa e non la nasconde. “Mi sono sempre accettata per come sono”, questo il motto che vuole trasmettere alle nuove generazioni.

WINNIE_HARLOW
“Accettarsi per quello che si è e non nascondersi”, il motto di Winnie Harlow

3. NADIA ABOULHOSN

Ha iniziato la sua carriera come blogger e ora è diventata un’icona di self-confidence.
Modella plus-size non scontata, ha fatto delle sue forme abbondanti il punto di forza senza tentare di nasconderle, ma esaltandole al meglio e mettendole in primo piano. Perché “al mondo ci sarà sempre qualcuno al quale non piacerai, ma ci sarà sempre qualcuno che ti amerà per come sei”. La potete trovare su www.nadiaaboulhosn.com

NADIA
Nadia, Curvy blogger che mostra le sue forme in scatti provocanti

4. RAIN DOVE

Cisgender è il termine che identifica “qualcuno a proprio agio con il genere che gli è stato assegnato alla nascita” e, al momento, definisce la maggioranza della popolazione.
È infatti nata donna e si sente donna a tutti gli effetti, ma a un casting per la sfilata di intimo Calvin Klein è stata selezionata per sfilare tra gli uomini.
Da allora, Rain ha scelto di fare del suo apparire estremamente maschile un punto a favore da sfruttare per dichiarare la propria femminilità nonostante le apparenze e mostrare il proprio corpo in pose e atteggiamenti decisamente sensuali.

RAIN_DOVE
Rain Dove, emblema androgino: corpo da donna e volto dai tratti maschili

5. REBEKAH MARINE

È una splendida 28enne nata senza l’avambraccio destro. Il suo sogno di bambina era sempre stato quello di sfilare e finalmente ha potuto vivere il suo desiderio a New York durante la fashion week sfilando con una protesi bionica.
Rebekah è la dimostrazione concreta di come l’essere belle e determinate prescinda da una condizione fisica, ma sia una caratteristica interiore da sviluppare con caparbietà e dedizione.

REBEKAH_MARINE
Rebekah mostra il suo braccio bionico

6. DAFNE SELFE

Il concetto di età dovrebbe essere abolito e non ci dovrebbero essere dei limiti imposti a priori per essere un modello, un esempio per altre donne. È il caso di Dafne Selfe che con i suoi 87 anni è considerata la top più anziana al mondo. Dafne, incurante dell’età anagrafica, continua a posare per i migliori fotografi e a sfoggiare look stravaganti racchiusi in un libro di recente pubblicazione. Decisamente in controtendenza rispetto alla richiesta di modelle sempre più giovani.

DAFNE SELFE
L’eleganza non ha età

7. AMAZON EVE

36anni, americana, 2 metri e 3 centimetri di altezza.
L’altezza, per una modella, è un requisito fondamentale, ma quando si è presentata ai primi casting in molti hanno storto il naso perché effettivamente superava, e di molto, tutte le altre ragazze provinate insieme a lei e catturava troppo l’attenzione.
Amazon non si è persa d’animo e ha fatto del suo essere altissima un tratto distintivo che l’ha resa popolare e richiestissima nei servizi fotografici.

Il punto di vista di Amazon: la moda per chi supera i due metri di altezza

8. ANDREJA PEJIC

Alla nascita era Andrej, ma nel 2014 è stata aggiunta legalmente una -a al suo nome come ultima tappa del processo di riassegnazione sessuale iniziato durante l’adolescenza.
24 anni, bosniaca naturalizzata australiana, Andreja rappresenta perfettamente l’ideale di bellezza tipico delle donne dell’est. Il 2016 sarà l’anno della sua definitiva consacrazione.

Chi direbbe che Andreja è nata uomo?

9. MOFFY

Viso angelico, corpo proporzionato, aria malinconica.
Potrebbe essere la classica bella ragazza che un giorno viene scoperta da un talent scout e indirizzata alla difficile carriera di modella, se non fosse per quel particolare che l’ha resa una modella atipica e allo stesso tempo le ha permesso di ritagliarsi il suo spazio e diventare celebre: lo strabismo.

MOFFY
Moffy, famosa per il suo strabismo di Venere

10. MASHA TYELNA

È soprannominata “la ragazza con gli occhi enormi” ed è proprio per questa sua peculiarità che viene scelta soprattutto per pubblicità e sfilate. I suoi occhi alieni, grandissimi ed espressivi, le hanno permesso di sfilare per Kenzo, Marc Jacobs, Alexander McQueen, Yves Saint Laurent e Dior. Sentiremo parlare molto di lei.

MASHA
Gli occhi “alieni” di Masha