Milano Fashion Week 2016: quinto giorno

Tra la pioggia e i fotografi Milano non si ferma mai!

Penultimo giorno e scelgo così: eyes on me. Ho indossato un abito a dir poco appariscente e ammetto che è stato emozionante essere fotografata fuori le sfilate. (No, la foto meglio di no) [Nota della redazione: dirci che sei andata e ti hanno fotografato per il tuo abbigliamento senza farci vedere nulla è veramente sadico da parte tua!!!]

IMG_3536

Poi Cenerentola è tornata a casa a cambiarsi dopo mezzogiorno. La pioggia era troppa e rischiavo di inzuppare il mio gonnellone nelle pozzanghere. A dir poco scomodo. Per andare in stivale e cappotto easy alla sfilata del portoghese Carlos Gil da cui vi propongo questa tuta splendida.

 20160228115226

Di “foto no” o come dico sempre “anche no” del giorno ne ho quante ne volete! Oggi protagonisti gli uomini arlecchini. Qualcuno gli dica qualcosa!!

20160228115226-1

Splendida la sfilata Les Copains che mi ha colpita anche per la location incantevole.

IMG_3501

Si trattava infatti del teatro Il Piccolo e credo che tutte le location dovrebbero essere così. Massima visibilità a tutti e un effetto, ovviamente teatrale.

20160228115224

A il Piccolo..un ospite piccolo. In realtà non solo uno , ma molti bambini. Stavo per urlare al “per me è no” ma poi mi sono resa conto che è domenica e mentre le persone comuni vanno a fare la passeggiata o vanno a messa, i figli della mondanità milanese vengono portati alle sfilate.

L’assurdo del giorno: alla sfilata in abito da sposa. Per un sì in passerella?

20160228115218

Una cosa che mi fa ridere sempre: i modelli uomo. Non so perché ma la loro camminata e l’atteggiamento li trovo sempre divertenti

20160228115220

Infine Au jour le jour per un prossimo inverno dinvertente e un po’ teenager con giacche jeans e scritte, stampe pastello e assolutamente ispirazioni anni 90! Adoriamo.

20160228115218-1

Anzi vi scrivo da un’infima specie di party in cui un’amica mi ha trascinato. Quello tresh con tanto di Malgioglio. Sono tentata di ucciderla. Evito solo perché domani è l’ultimo giorno e potrebbe succedere qualcosa di peggio.