Qual è la differenza fra smoking, frac e tight?

Sono tutti abiti da uomo, ma hanno piccole differenze sia di forma che di uso.

Talvolta partecipando ai matrimoni si vedono uomini con diversi tipi di abito. Se state ad ascoltare gli altri invitati, quello stesso abito viene classificato contemporaneamente come smoking, frac e tight. Ma i termini non sono intercambiabili, si tratta di tre tipologie di abito diverse, con differenze sia strutturali che di uso. Cominciamo subito con lo Smoking: è un abito completo maschile che si usa solo di sera, dopo le 18. Non va mai usato di giorno. E’ il classico abito che si indossa a Capodanno o nelle serate di gala.

Di solito ha la giacca a monopetto con unico bottone, ma è possibile usare anche la giacca a doppiopetto con due bottoni, sempre chiusi. La giacca deve essere priva di spacchi o tasche sportive. Meglio usare come colori il nero e il blu midnight. La manica di solito ha quattro bottoni coperti di seta, il papillon è d’obbligo (o la cravatta nera) e la camicia deve essere bianca con i gemelli, di cotone o seta, a maniche lunghe, può avere il panciotto o il gilet, i pantaloni non devono avere il risvolto, ma un gallone laterale di raso nero. Anche la calza deve essere nera, di seta, senza motivi o decorazioni.

Nell'ordine: Smoking, Frac e Tight

Nell’ordine: Smoking, Frac e Tight

Il Frac o marsina, invece, è una abito maschile formale. Si indossa soprattutto la sera, ma a differenza dello smoking può essere usato anche di giorno. Lo si usa in occasione di cene di Stato, per le udienze del Papa o nei matrimoni, ma solo di sera. Quindi uomini che vi sposate in frac a mezzogiorno, siete totalmente fuori luofo.

La giacca del frac è a doppiopetto, ha risvolti di seta, ha le code di rondine e la manica ha quattro bottoni. I pantaloni del frac si chiamano brachette, sono neri, non devono avere risvolti e hanno due galloni. Non hanno passanti perché vanno retti con le bretelle. Il panciotto di piquet bianco è d’obbligo, solo in Vaticano si usa il gilet nero. La camicia è bianca, con gemelli e polsini semplici e il colletto diplomatico. Il papillon deve essere di piquet bianco.

Finiamo con il Tight, abito spezzato maschile molto elegante, dedicato alle cerimonie di giorno. E’ l’abito dei matrimoni, a patto che la cerimonia si tenga prima delle 18. Lo si usa solamente se la sposa ha un abito bianco con velo e strascico lungo. Quando lo sposo lo indossa, devono indossarlo anche tutti i parenti maschi di sposo e sposa.

La giacca è nera o grigio antracite, con un unico bottone. E’ corta davanti e coda lunga fino al polpaccio. E’ fatta di lana, la manica ha 3-4 bottoni e va tenuta abbottonata. In pantaloni sono di lana grigia, non hanno risvolto e non va mai usata la cintura, si usa solo con le bretelle. Il panciotto è di solito grigio chiaro o buff, il nero lo si usa solo ai funerali. La camicia è bianca, di cotone, con gemelli ai polsini doppi e il collo deve essere diplomatico. La cravatta deve essere fermata da una spilla, mentre le calze sono nere o grigie scure, di cotone.

Foto: InstagramInstagramInstagram – Di sconosciuto – Reagan Library, Pubblico dominio, Collegamento

Come abbinare il collo alto

10 cappotti sotto i 150 euro da acquistare con i saldi

Come abbellire e decorare delle vecchie scarpe

Come indossare il pullover a collo alto

Fai il test per capire se sei shopping dipendente

Kate Middleton e Jimmy Choo, una storia d'amore: tutti i momenti insieme

Un'idea regalo fai da te? Stivali e pantofole in lana