Spice Girls: una mostra a Londra con tutti gli iconici look

La mostra comprenderà circa 7.000 articoli di merchandising e 300 capi di abbigliamento e calzature!

Sono passati 22 anni da quando le Spice Girls, il famoso gruppo formato da Geri Halliwell, Victoria Adams, Emma Bunton, Melanie Brown e Melanie Chisholm, hanno invaso il St. Pancras Renaissance Hotel a Londra, per il video debutto “Wannabe”, ma la loro influenza sulla cultura pop non si è mai affievolita. Di recente, Victoria Beckham ha pubblicato un selfie di gruppo su Instagram che ha ottenuto quasi due milioni di cuori. Il post ha scatenato le voci di una possibile reunion, confermate di recente da Mel B, e addirittura di un nuovo film.



ACQUISTA TAPPETINO FRESCO

Dal ritorno delle zeppe vertiginose firmate Buffalo, uno degli accessori di punta dello stile anni ’90 della band, ma anche dei crop top, degli slip dress e dello stile athleisure, molti dei capi che le ragazze hanno reso famosi nell’apice della loro carriera musicale, sono ancora oggi un must-have nello shopping. Inoltre, il loro messaggio di empowerment non potrebbe essere più attuale nell’era #MeToo.

“Oggi non c’è bisogno di cercare in molti negozi per trovare una t-shirt con scritto Girl Power” dice Alan Smith-Allison, super-fan, collezionista e curatrice della mostra SpiceUp, che inaugura a Londra il 28 luglio per poi spostarsi a Manchester il 24 agosto, e che sarà una sorta di replica più esaustiva di una prima mostra che Smith-Allison aveva allestito a Cipro nel 2016.

Questa volta, oltre alla sua personale collezione, la mostra comprenderà importanti oggetti in prestito da altre collezioni, oltre a contributi di costumisti e stilisti. La mostra è il risultato di un grande sforzo collettivo dei collezionisti delle Spice Girls di tutto il mondo.

La mostra comprenderà circa 7.000 articoli di merchandising e 300 capi di abbigliamento e calzature!

“Si vestivano per sentirsi a proprio agio, e le loro personalità di donne forti e sicure di sé piacevano a un pubblico ampio e variegato”, dice Liz West, la curatrice di Manchester che ha vinto un Guinness World Record grazie alla sua vastissima collezione dedicata alle Spice Girls, e che ha interamente concesso in prestito alla mostra SpiceUp. “Se non ti piaceva come si vestiva una delle ragazze, c’erano buone probabilità che ti piacesse il look di un’altra.”