Abbandona i suoi figli

Jan-Erik Johannessen Jingo, di Oslo, Norvegia, vive in una tenda in un isola del tutto disabitata, in mezzo alla natura selvaggia di un territorio insulare. Questo è il metodo drastico che ha deciso di adottare per potersi riunire con i suoi figli. L’obiettivo è essere in grado di prendersi cura dei suoi figli di nuovo.


Ora sono stati affidati ad una famiglia temporanea, dato che Jan-Erick deve disintossicarsi dalla sua tossicodipendenza. Migliaia di persone ora seguono online, la sua vita nella foresta.  Jan-Erik, 37 anni, ha più di 11.000 follower su Facebook, e ogni settimana possono vedere un po’ della sua vita su un’isola al di fuori di Oslo. Da 90 giorni Jan-Erik sta vivendo sull’isola perché vuole superare la sua tossicodipendenza, Jan-Erik segue un programma che usa il metadone per distaccarlo lentamente dalla droga. “Sta andando molto bene, quando mi sono trasferito qui, prendevo una dose di 100 mg di metadone ogni giorno, ora prendo solo 5 mg, dice Jan-Erik a TV2.no Tutto è iniziato quando la madre di Jan-Erik è morta nel 2014, la sua dipendenza si è intensificata e gli è diventato chiaro che doveva fare qualcosa. Così ha avuto l’idea di trasferirsi nella natura per allontanarsi dalla città e dalle droghe accessibili nell’ambiente urbano. Il sostegno che ha ricevuto è stato molto grande. Jan-Erik ha ricevuto una tenda, una canoa, una piccola barca, equipaggiamento e altre cose di cui ha bisogno per pescare. “Il sostegno delle persone è stato fantastico” È accompagnato dal suo migliore amico, un cane di nome “Varg”. Su Facebook Jan-Erik racconta della sua vita sull’isola, dell’alba e dei momenti difficili.

Ora spera di liberarsi completamente delle droghe cosi da poter rivedere i suoi due figli, che ora vivono in famiglie affidatarie.

– Spero che loro vedano che cerco davvero di superare la mia tossicodipendenza, la mia più grande motivazione è riuscire a vedere di nuovo i miei figli, dice a TV2.no

Il futuro sembra buono per Jan-Erik, gli è stato offerto un part-time come guardiano dell’arcipelago. Ti auguriamo buona fortuna, Jan!