Era vestito da Spiderman al funerale

Home > Notizie > Era vestito da Spiderman al funerale

Noi, le persone comuni, siamo abituati a certi comportamenti generali che si verificano nella società. Tuttavia, a volte ci sono persone che si comportano in modo diverso e attirano sempre la nostra attenzione. Molte volte sembrano persone strane e potrebbero persino esserci casi di emarginazione sociale. Tuttavia, nella stragrande maggioranza dei casi non conosciamo la ragione del loro comportamento e questo può essere cruciale per cambiare il nostro punto di vista.

Per fare un esempio, cosa penseresti di qualcuno che viene ad un funerale vestito da supereroe? Il comportamento “normale”, a cui siamo abituati, è di presentarsi in lutto per piangere la morte del defunto. Vedere qualcuno travestito da Spiderman può dare un’impressione grottesca, come se quel qualcuno non fosse serio riguardo alla morte di una persona o come se avesse scambiato il funerale con un’occasione speciale o avesse perso la strada per una festa in costume. La stessa cosa è successa con la storia di Damon Cole, che è venuto al funerale di un bambino travestito da uomo ragno. Dietro la sua decisione si nasconde qualcosa di molto importante che vale la pena conoscere e condividere. All’inizio di aprile 2008, il mondo della madre di Joshua è crollato mentre doveva vivere una delle esperienze più dolorose per una madre. Lei non trovava più suo figlio e chiamò la polizia, ma poco dopo arrivò la brutta notizia: il bambino era stato trovato morto, annegato in una piscina. A trovare il piccolo, fu un agente di polizia che lo tirò fuori dall’acqua e cercò di rianimarlo, ma purtroppo ogni tentativo fu inutile. L’agente di nome Damon Cole, rimase profondamente angosciato nel non essere riuscito a salvare la vita di quel bambino. Quando arrivò il giorno del funerale del piccolo Joshua, Damon chiese ai genitori se poteva presentarsi al funerale vestito da Spiderman in omaggio del loro bambino. Questo perché quando Damon tirò fuori dall’acqua il piccolo, notò che indossava una maglia e delle scarpe dell’uomo ragno, evidentemente doveva essere il suo supereroe preferito. L’agente pensava che se Joshua lo avesse visto vestito così dal cielo, avrebbe gradito molto.

I genitori acconsentirono e questo fu l’inizio di una bellissima iniziativa. Con il suo lavoro, Damon aveva visto molti bambini soffrire, così ha deciso di migliorare il modo in cui lavora con loro. Come dice Cole stesso: “Ogni bambino dovrebbe sapere che un agente di polizia è lì per aiutarlo in qualsiasi cosa. La cosa migliore che si può fare per impararlo è creare un rapporto di fiducia con loro “.

Da circa 10 anni, Cole ha il logo Superman cucito sul giubbotto antiproiettile e quando deve lavorare con un bambino, gli dice che gli dirà un segreto se promette di non rivelarlo. Dopo di ciò, mostra il logo di Superman. In questo modo i bambini lo ricordano molto meglio e si fidano di lui e del suo aiuto e parlano più apertamente di ciò che li angoscia o di eventuali maltrattamenti.

Nell’aprile 2015, Damon ha incontrato un altro ragazzo di nome Bryce Schottel che soffriva di cancro e che era un grande fan di Superman. “Sapevo di dover essere lì e vederlo”, dice l’agente. Ha chiesto tre giorni di pausa dal lavoro, ha afferrato la sua tuta di Superman e si è diretto all’ospedale dell’Illinois, un viaggio di 11 ore da Fort Worth in Texas, dove viveva Damon. Il ragazzo non poté smettere di sorridere quando vide Damon. In questo modo semplice ha completamente cambiato la vita del ragazzo.

Da quando ha iniziato questo tipo di aiuto per i piccoli in situazioni difficili, Damon Cole ha visitato un gran numero di bambini bisognosi. Per ora ha i costumi di Superman, Spiderman e Iron Man, ma vuole anche comprare quelli di Capitan America, Batman o Big Hero 6 per travestirsi nel personaggio che il bambino potrebbe desiderare. Va aggiunto che tutti i costumi li ha comprati con i propri soldi, non chiede niente a nessuno, gli basta vedere i bambini sorridere.

Ammetto che il lavoro di quest’uomo è impressionante. Non solo perché per un momento realizza il sogno di un bambino affascinato dai supereroi, ma soprattutto perché dimostra che un uomo dal cuore grande, è capace di fare tutto se c’è bisogno, per la gioia dei piccoli e degli ammalati. Sicuramente è diventato un idolo per molti. Nessun Superman, nessun Spiderman: il vero supereroe si chiama Damon Cole.