La mamma brucia lo stupratore della figlia tredicenne

Home > Notizie > La mamma brucia lo stupratore della figlia tredicenne

Bisogna viverle certe situazioni per sapere con certezza come avremmo reagito noi al posto di questa madre, ma non si può negare che basta immaginare che una cosa del genere accada a noi, per risvegliare sentimenti poco “puri”…specialmente quelle donne che sanno cosa significhi essere madre e quanto possa essere forte e ineguagliabile, l’amore per la propria prole.

E’ successo quasi 20 anni fa, il 17 ottobre 1998, Veronica era solo una ragazzina di 13 anni che era andata a comprare il pane nel suo quartiere di Alicante, in Spagna. Ma non sarebbe stata una mattinata qualsiasi, bensì quella che avrebbe segnato la sua vita e quella di sua madre per sempre. Quel giorno, un uomo di nome Antonio Cosme, la vide per strada, le si avvicinò e minacciandola con la punta di un coltello, la portò in un campo che si trovava nelle vicinanze e la violentò. La giustizia lo ha condannato e messo in prigione. Tuttavia, raccontano la vittima e la madre, sette anni dopo, l’uomo è uscito per buona condotta, ma nessuna delle due donne era stata avvisata di questa cosa. Come riportato dal quotidiano El País, un fatidico 13 giugno 2005, lo stupratore si trovava per strada nel suo quartiere e si è avvicinato alla madre di Veronica, Maria del Carmen, per chiedere come stesse sua figlia. La donna e sua figlia hanno spiegato di aver già ricevuto minacce velate da Antonio ma questa volta è stato interpretato dalla donna come minaccia di morte contro la sua bambina. María del Carmen andò dritta in una vicina stazione di servizio, comprò una bidone di carburante e andò al bar dove si trovava il soggetto, in pochi secondi, bagnò l’uomo di carburante e lo incendiò.

Risultati immagini per uomo prende fuoco

L’uomo fu portato in ospedale,dove morì 10 giorni dopo a causa delle ustioni. Sono passati 12 anni da allora e oggi la giustizia ha annunciato che Maria del Carmen, che si è fatta solo 4 anni di carcere, è stata rilasciata prima di Natale, dopo che le è stata concessa la grazia.

Dice che non ricorda nulla dell’incidente, ma la famiglia del defunto Antonio chiede che sia fatta giustizia.

Vogliamo sottolineare che siamo contro la violenza di ogni tipo, ma ci sono avvenimenti che davvero rovinano la vita di intere famiglie…Cosa ne pensi? Pensi sia giusto che María del Carmen paghi così poco per aver ucciso lo stupratore di sua figlia?