L'attentatore di Strasburgo potrebbe essere in Italia. Diffusa la sua foto

L’attentatore di Strasburgo potrebbe essere in Italia. Diffusa la sua foto

Cherif Chekatt è in fuga e potrebbe essere giunto anche in Italia. Ecco le sue caratteristiche fisiche.

L’autore dell’attentato avvenuto martedì sera a Strasburgo, il 29enne Cherif Chekatt, è ancora in fuga. E la caccia all’uomo si è estesa anche al di là dei confini francesi. Lo sparatore potrebbe essere anche in Italia.

L'attentatore di Strasburgo potrebbe essere in Italia. Diffusa la sua foto

Una nota di allerta, infatti, è stata inviata alle forze di polizia italiane, con tanto di foto di Chekatt. Si parla di un uomo di 29 anni, capelli corti e barbuto, un metro e 80 centimetri, corporatura normale, con un segno sulla fronte.

L’uomo è armato e pericoloso e potrebbe viaggiare a bordo di una Ford Fiesta targata CX168FD.

L'attentatore di Strasburgo potrebbe essere in Italia. Diffusa la sua foto

Intanto, il bilancio della furia omicida del 29enne è di tre morti, tra cui un francese e un turista thailandese, entrambi di 45 anni. I feriti sono 13, di cui quattro in gravi condizioni, tra cui il giovane giornalista radiofonico italiano Antonio Megalizzi.

L'attentatore di Strasburgo potrebbe essere in Italia. Diffusa la sua foto

L’attentatore, stando a quanto svelato dal procuratore antiterrorismo, era già stato condannato “27 volte per reati comuni”, commessi per lo più in Francia, ma anche in Germania e in Svizzera. L’uomo era noto dal 2015 per la sua radicalizzazione ed era schedato come “S” (ovvero soggetti pericolosi per la sicurezza dello Stato), monitorato dai servizi di intelligence francesi.

Nella casa dell’uomo sono stati rinvenuti una granata, un fucile calibro 12, quattro coltelli e diverse munizioni. In Svizzera era stato condannato a 18 mesi nel 2013 per furto con scasso e 16 ne ha passati in prigione.

Al tassista che è stato costretto a portarlo lontano dal luogo dell’attentato, Checkatt avrebbe detto di avere “ucciso per vendicare i fratelli morti” in Siria e che lo ha risparmiato solo perché si è professato un musulmano praticante.

La sindrome di Raperonzolo, Jasmine muore a soli 16 anni

La storia della giovane Pamela e dei suoi sette figli

Ogni uomo vuole sentirsi dire queste frasi.

Storia di un bambino prematuro

La "bimba palla" abbandonata alla nascita perché senza gambe, diventa milionaria.

Giovani salvano una ragazzina in pericolo

Rischia di morire a causa delle bevande energetiche.