Lo scherzetto del milionario

Home > Notizie > Lo scherzetto del milionario

In pensione Ronald Butcher aveva avuto il tempo di risparmiare un sacco di soldi fino a quando morì a casa a 73 anni. Due mesi prima aveva cambiato il suo testamento – Ronald stava per donare tutti i suoi risparmi a un estraneo per la famiglia. I parenti di Ronald non avrebbero ricevuto un solo centesimo, secondo il giornale Telegraph.

Immagine correlata

Ma il fatto che uno sconosciuto dovesse ereditare la fortuna di Ronald ha ovviamente causato forti reazioni nella famiglia. Erano più di 600.000 dollari che una persona che la famiglia non conosceva, avrebbe ricevuto. Tutti si chiedevano, chi aveva ingannato Ronald per ricevere questi soldi? Ma a poco a poco hanno scoperto chi era l’erede. Nell’ultima parte della sua vita, Ronald aveva avuto un nuovo amico, Daniel Sharp. Daniel lavorava negli edifici vicino a dove viveva Ronald. Per sei anni ha aiutato Ronald a organizzare diverse cose nella sua casa. Tra le tante cose, Daniel ha aiutato Ronald a pulire gli scarichi della casa.  Daniel ha sempre rifiutato di farsi pagare. Questo gesto carino aveva avuto un grande impatto su Ronald. Ed entrambi si sono rivisti molte volte. Ma nessuno in famiglia lo aveva visto con Ronald – quando è morto sono passate due settimane prima che l’ereditario fosse trovato. La sua famiglia ha contestato il testamento, che diceva che tutto andava a Daniel. I parenti si chiedevano se Ronald fosse stato sano di mente quando scrisse il testamento, anche se non c’era alcun sospetto che Roanld fosse mentalmente instabile poco prima che morisse.

Daniel, che era quello che aveva il maggior contatto con Ronald, era sicuro che il suo amico fosse consapevole della decisione che aveva preso. Il fatto che Daniel descrivesse Ronald come un uomo solo e che ci vollero due settimane per trovarlo, convinse la corte che Daniel era l’unico ereditario.

Risultati immagini per testamento

“Ha trovato un amico nel signor Sharp, era qualcuno con cui poteva parlare. I due erano interessati alla costruzione e a Ronald piaceva quando Sharp raccontava cose su suo figlio “, spiega l’avvocato di Daniel .

Dopo un lungo processo legale arrivarono alla conclusione che Daniel stava dicendo la verità e che l’eredità apparteneva a lui.  Daniel, che non aveva idea di quanti soldi avesse Ronald o che l’intera eredità fosse per lui, rimase scioccato.

Forse Ronald non voleva avere niente a che fare con la sua famiglia, che a quanto pare non aveva molte attenzioni per lui. Non puoi sempre scegliere la tua famiglia, ma puoi scegliere i tuoi amici.