Maltempo fa strage in Sicilia: 10 morti e 1 disperso

Maltempo fa strage in Sicilia: 10 morti e 1 disperso

Maltempo non dà scampo a due famiglie a Casteldaccia. Una vittima anche a Vicari.

Dramma a pochi chilometri di Palermo a causa del maltempo: nove persone sono morte in una villa in contrada Cavallaro a Casteldaccia, tra cui 3 bambini di uno, tre e quindici anni. Inoltre, un uomo è morto a Vicari. C’è anche un disperso a Corleone, un medico di 40 anni, Giuseppe Liotta, che si stava recando in ospedale per prendere servizio. La sua auto è stata ritrovata sulla Strada Statale 118.

Maltempo fa strage in Sicilia: 10 morti e 1 disperso

Foto da PalermoToday.it

Due famiglie sterminate

All’interno della villa di Casteldaccia – comune a 18 chilometri da Palermo – c’erano due famiglie che avevano deciso di passare una serata insieme. Le acque del fiume Milicia, ingrossato dalle pioggie cadute, hanno travolto l’abitazione e ucciso chi si trovava al suo interno. Una terza persona si trovava fuori casa e ha lanciato l’allarme con il cellullare, aggrappandosi a un albero. Altre due persone – un uomo e una bambina – si sono salvate perché si trovavano fuori, usciti per andare a comprare dei dolci. Le vittime sarebbero annegate perché l’acqua ha raggiunto il soffitto.

Il sindaco di Casteldaccia, Giovanni Di Giacinto, ha commentato così a PalermoToday: “Si tratta di una tragedia di proporzioni immani. Una famiglia intera è stata spazzata via. Qui non ha nemmeno piovuto troppo, presumo che l’acqua sia arrivata dall’entroterra. Il fiume Milicia parte dalla zona di Ventimiglia“.

Maltempo fa strage in Sicilia: 10 morti e 1 disperso

Foto da Gds.it

I nomi delle vittime: Rachele Giordano, un anno; Federico Giordano, 15 anni; Stefania Cannizzaro, 32 anni; Antonino Giordano, 65 anni; Matilde Comito, 57 anni; Monia Giordano, 40 anni; Francesco Rugò, 3 anni; Nunzia Flamia, 65 anni.

Stando a quanto si è appresa, le vittime si erano chiuse in casa, dopo essersi accorti dell’arrivo delle acque, sperando che potesse bastare per evitare di essere travolte.

Un morto a Vicari

Non ce l’ha fatta il titolare di un distributore di carburante, il 44enne Alessandro Scavone. L’auto, una Jeep, su cui si trovava, insieme a un’altra persona (Salvatore D’Amato di 21 anni, sopravvissuto), è stata investita dall’acqua esondata dal fiume San Leonardo. I due erano andati a recuperare un giovane rimasto al distributore.

Paura anche nelle campagne tra Ficarazzi e Bagheria, sempre nel Palermitano, dove una donna e la figlia sono state ritrovate aggrappate a un albero.

I miracoli esistono

Quasi un miracolo

Un problema insolito

Non giudicare dalle apparenze

La speranza era lì

Attenzione quando si va sulle giostre

Chiede aiuto per la sua famiglia scomparsa, ma poi...