Si risveglia in obitorio e vede una cosa terribile

Storie come quella che stiamo per raccontarvi, lasciano davvero l’amaro in bocca. La protagonista si chiama Carmen Pilar Chacòn, ha 64 anni e una grave malattia che l’ha lasciata in balia di gente senza scrupoli né morale. Non si parla di gente qualunque, ma dei suoi stessi figli, che probabilmente per soldi, hanno fatto l’impensabile.



Carmen è gravemente malata, ha un tumore al cervello e ormai non c’è nulla da fare per poterla salvare. I figli autorizzarono i medici a staccare la spina ma nessuno di loro ebbe il cuore di portarla a casa per i suoi ultimi giorni di vita. Quando gli amici della donna andarono in ospedale per farle visita, non trovarono Carmen da nessuna parte. Un amico di Carmen racconta che la donna chiese a sua figlia di portarla a casa, in uno dei suoi brevissimi momenti di coscienza, e la figlia rispose che in casa c’erano dei bambini e non voleva che la vedessero in quelle condizioni. Ma Carmen aveva il suo appartamento, avrebbero potuto tenerla lì. Gli amici della signora malata cercarono di capire cosa fosse successo alla donna, e scoprirono che era deceduta ed era stata portata all’obitorio. Un’amica è andata all’obitorio per salutare Carmen un’ultima volta ed è lì che si è scoperto l’impensabile: “L’amica stava piangendo accanto al corpo e vide che dagli occhi di Carmen scivolavano delle lacrime” spiega il colonnello Dauglas Uzquiano. Escarlet Ticona, l’amica che ha denunciato il fatto, ha subito chiamato le autorità e la donna ancora viva è stata trasferita all’ospedale nella città de La Paz.

Purtroppo lì è stata fatta una scoperta ancor più macabra, dopo la visita dei dottori, hanno riscontrato che la donna è stata violentata mentre giaceva in obitorio e deve aver ripreso brevemente conoscenza durante l’atto.

La polizia ha arrestato la figlia Claudia Alejandra Barrios Chacòn, suo marito Daniel e un’altro membro della famiglia, amministratore dell’obitorio, per tentato omicidio e stupro.

Un’altro parente della signora Chacòn, ha ammesso che il comportamento dei figli è probabilmente dovuto all’eredità della donna, la quale possiede diversi appartamenti. Storie come questa fanno davvero vergognare di appartenere alla razza umana, sempre che di umani si possa parlare quando c’è così tanta cattiveria in mezzo.