Perdonare un tradimento

Home > Lifestyle > Perdonare un tradimento

Tutti in qualche modo abbiamo avuto a che fare con questioni di infedeltà: come figli di genitori infedeli, come amanti di qualcuno sposato, come complici di un buon amico, come professionisti che lavorano con l’argomento, come “traditori” in un il matrimonio “da favola”, come  sfortunati “traditi”, come testimoni del dramma di chi è stato tradito…

Risultati immagini per adulterio

E in qualsiasi di questi ruoli abbiamo dovuto sfuggire o affrontare i dilemmi emotivi, sociali e talvolta fisici che la questione potrebbe comportare. Le statistiche nei paesi occidentali indicano che tra il 60 e l’80% degli uomini e il 40-45% delle donne sono stati infedeli. Sebbene il 95% delle coppie continui a sposarsi o a impegnarsi nell’accordo (esplicito o no) della fedeltà reciproca, la realtà è qualcosa di diverso.
Le infedeltà sono commesse da persone comuni: non tutti gli infedeli sono persone cattive, o sono malati o sbagliati o immorali. Ancor più, non tutte le infedeltà sono fatte per mancanza di amore. Ma la questione dell’infedeltà è stata comunemente affrontata da una prospettiva semplicistica, moralistica e lineare: la spiegazione più utilizzata, prevede l’esistenza di un cattivo e di una vittima. Si basa su parametri morali di bontà e cattiveria, in una visione lineare del mondo in cui ogni causa ha un effetto e in prospettive puritane dove la sessualità è vista come sporca, volgare, animale. La questione del trauma e del tradimento è stata studiata estensivamente, ma la complessità dei singoli dilemmi umani, le vicissitudini relazionali delle coppie e le caratteristiche sociali del contesto sono state raramente studiate in profondità. Visto in un modo più completo si è giunti alla conclusione che non tutte le infedeltà hanno a che fare con patologie, disfunzione, problemi, male, errore di giudizio, immaturità o “passo sbagliato”.

Immagine correlata

• Un uomo infedele è considerato un adultero, un traditore, un bugiardo, un distruttore di famiglia, un donnaiolo senza valori; E che dire di una donna – rappresentante dell’amore e della cura per gli altri – in una tale situazione! In un sistema patriarcale come quello in cui viviamo, ciò che è “condonato” a una donna è condannato.

• Anche così, non smette di richiamare l’attenzione sul fatto che altri comportamenti che implicano atti di violenza economica, verbale, sociale o persino estrema generano meno disturbo di una relazione extraconiugale; Tali atti sono più facilmente giustificabili tra le coppie, piuttosto che trascurare un “tradimento”.

In generale, le infedeltà sono dolorose e traumatiche, ma non tutte hanno la stessa importanza. È importante fare distinzioni perché ci sono vari elementi che influenzano la grandezza dell’effetto che producono quando vengono scoperti.

Risultati immagini per adulterio

Quando non puoi perdonare?
• Quando la relazione è stata un abuso permanente, menzogne ​​e manipolazioni oltre l’infedeltà.
• Quando l’infedeltà è un’abitudine ed è stata trascurata, ricorrente, spudorata, arrogante, pietosa.
• Quando c’è una dipendenza dal sesso che non è riconosciuta o trattata.
• Immaturità sostenuta dell’infedele. La persona non ha la capacità di rimandare la gratificazione e tollerare la frustrazione. Ricerca inarrestabilmente il piacere .
• Quando l’infedeltà è la porta di uscita di una relazione vuota e consumata per la difficoltà di terminarla.

Quando si può perdonare?

• Quando l’infedele ha una chiarezza e consapevolezza di ciò che è accaduto, ed è disposto a lavorare.
• Quando si tratta di un evento isolato e non di un’abitudine permanente.
• Quando derivano da esigenze personali non soddisfatte che non sono state affrontate in un modo particolare: compiti irrisolti dei giovani, devono riaffermare l’immagine erotica e corporale.
• Quando appare come un evento che ha permesso di liberare l’ansia in fasi di adattamento critico: come nella nascita di un bambino, prima della morte di una persona cara, o nel periodo di pensionamento.
• Quando l’effetto di esso, oltre il dolore, ha generato un equilibrio per la vita di coppia.
• Quando si comprende che non siamo monogami per natura ma che scegliamo di negoziare relazioni esclusive e gestire il desiderio sessuale.
• Quando il dilemma include la contraddizione intrinseca tra il domestico e l’erotico.
• Quando c’è intenzione e desiderio di comprendere e riparare

Risultati immagini per adulterio

Forse tutte queste situazioni di infedeltà, a seconda della loro gestione e risoluzione, possono essere crisi, ma anche opportunità di crescita personale e del partner. Cioè, ci sono infedeltà che puntano al miglioramento e all’evoluzione.

Come perdonare?
• Le infedeltà non si dimenticano, ma possono essere perdonate. Per raggiungere questo obiettivo, dobbiamo capire che il perdono non è un evento ma un processo: ci vuole tempo e viene dato portando cose nuove e positive alla relazione. Il perdonare sta dando all’altro e a se stessi la possibilità di cambiare e aggiornare la relazione.

• “Voglio perdonarti e riprendere confidenza. Lavoro affinché ciò che è accaduto non mi influenzi più, ma come conseguenza logica occuperai un secondo livello di fiducia. Non so se sarai mai nel primo, lo voglio ma per ora manterrò certe misure precauzionali che ti saranno evidenti: non abusivi, non persecutori, ma di cura per la mia integrità emotiva.

• Anche se ti assicuro che mi baserò su quello che fai ora e non su quello che hai fatto allora. Se noto qualche pregiudizio su di te, te lo farò sapere, così possiamo parlarne”

Sarò “estremista”, ma personalmente penso che una volta che c’è stata un’infedeltà, il rapporto di coppia si spezza per sempre e mai potrà tornare come prima. Più passano le epoche e più l’essere umano cerca di far sembrare l’adulterio una cosa “perdonabile” quasi inevitabile, ma la verità è che bisogna lottare per continuare ad avere ben chiaro, cosa è giusto e cosa è sbagliato. Nel tradimento non ci sono scuse!